Tenta il suicidio e incendia la casa, quattro feriti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1192

MOSCIANO SANT’ANGELO. Una tragedia questa mattina alle nove in una abitazione di Mosciano. Quattro persone ferite e una storia ancora tutta da chiarire.


La protagonista principale è una donna di 54 anni che questa mattina avrebbe tentato il suicidio. Gli inquirenti non sanno ancora a cosa sia dovuta la sua disperazione e come sia maturata l'idea di togliersi la vita in un modo così violento e eclatante.
Tutto è avvenuto questa mattina, poco prima delle nove. La signora, vedova, casalinga e madre di tre figli era da sola nella sua camera da letto nel momento della disgrazia.
Si è cosparsa il corpo di liquido infiammabile poi si è data fuoco. Le fiamme si sono propagate rapidamente in tutta la stanza arrivando prima al letto e poi ai mobili.
Lei ha riportato ustioni gravi sull'80 per cento del corpo. E' stata trasportata d'urgenza in elicottero all'ospedale Sant'Eugenio di Roma dove c'è il centro grandi ustionati.
Non è stata uccisa dalle fiamme grazie all'intervento di uno dei tre figli, presente in casa in quel momento. Il ragazzo si é gettato sul suo corpo della mamma nel tentativo di spengere il fuoco, ma si è procurato gravi ustioni.
Il giovane ricoverato nell'Ospedale Civile di Giulianova, è stato trasferito in prognosi riservata in quello di Teramo e da qui al Cardarelli di Napoli.
Le ustioni hanno interessato il 30 per cento del corpo.
Sono rimasti feriti anche un altro fratello e la sorella che hanno riportato invece lesioni agli arti superiori giudicati non gravi dai medici.
Sul posto sono intervenuti Vigili del Fuoco e carabinieri: le fiamme sono state spente ed è stata sequestrata la bottiglietta utilizzata dalla donna, contenente residuo di liquido infiammabile.
Resta da chiarire i motivi di questo folle gesto.

13/03/2009 15.39