Anagrafe degli eletti, approvata anche alla Provincia di Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

938

PESCARA. E’ stata approvata all’unanimità, e con voto bipartisan, l’istituzione e la pubblicazione sul sito istituzionale dell’anagrafe pubblica degli eletti proposta da Giuseppe De Dominicis, presidente della Provincia, per aumentare la trasparenza amministrativa dell’ente.

Dopo il nulla di fatto di ieri oggi il voto decisivo.
L'amministrazione di Palazzo dei Marmi risulta così tra le prime in Italia ad aver dato l'ok ad un'iniziativa che punta a favorire la consultazione al cittadino delle informazioni riguardanti ciascun eletto in consiglio provinciale.
Di ogni consigliere, infatti, saranno, disponibili, oltre ai dati anagrafici, anche l'indennità di funzione e dei rimborsi percepiti dall'amministrazione di Palazzo dei Marmi, la dichiarazione dei redditi relativa all'anno precedente, l'assunzione e la durata dell'incarico ricoperto, il quadro riassuntivo delle presenze e i voti espressi sugli atti adottati.
Si tratta di dati che, solo per la giunta ed il suo presidente, conterranno anche la dichiarazione dei redditi dell'anno successivo alla cessazione dell'incarico o l'elenco dei doni ricevuti e delle facilitazioni ottenute per viaggi e trasferte.
Nella seduta di questa mattina, svoltasi in seconda convocazione dopo che nella riunione di ieri era mancato il numero legale, hanno votato a favore: Aurelio Giammorretti, Giuseppe Castagnola, Enzo Di Simone, Renzo Gallerati, Mauro Novelli e De Dominicis (tutti del Pd); Sandro Di Minco (Prc); Camillo Sborgia (Indipendente); Mario Lattanzio, Leandro Verzulli e Piernicola Teodoro (Pdl). Il provvedimento, era stato lanciato nel dicembre scorso dalla campagna nazionale dei Radicali italiani ed era poi stato recepito in Abruzzo dal Partito democratico e da Rifondazione comunista. «Si tratta davvero di una conquista», ha commentato De Dominicis che nel suo intervento ha anche ricordato come, «purtroppo però da tre anni giace in commissione statuto la proposta avanzata dalla giunta al consiglio sull'istituzione anche del codice etico» che avrebbe rappresentato un ulteriore passo in avanti.
Nel corso dei lavori d'aula, inoltre, è passata sempre all'unanimità, la mozione portata in aula da Di Simone riguardante i lavori di adeguamento della strada statale 81 nel tratto del territorio di Penne. Sono stati rinviati per necessità di approfondimenti, invece, la trattazione della mozione con cui Sborgia, come primo firmatario, chiedeva provvedimenti inerenti la nuova sede dell'istituto alberghiero, e del documento sui “Presidenti di consigli provinciali e dei consigli delle città capoluogo d'Abruzzo”.
Inoltre il presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Pescara Piernicola Teodoro ha accolto la richiesta presentata dal consigliere Di Minco (Rc) di convocare per domani venerdì 13 alle ore 11.30 una sessione straordinaria della commissione stessa dedicata all'approfondimento dell'impatto ambientale della Mare-Monti sulla Riserva Regionale Lago di Penne alla quale sono stati invitati a partecipare: il Presidente della Provincia, gli Assessori provinciali all'Ambiente ed ai Lavori Pubblici, il Presidente della Commissione Lavori Pubblici, il Direttore della pianificazione, l'Anas, la Direzione Regionale Parchi, i Sindaci di Loreto Aprutino e Penne, il Direttore della Riserva Regionale Lago di Penne, il Consorzio di Bonifica Centro ed il WWF Abruzzo.
«Una gran bella soddisfazione», ha commentato Di Minco.

13/03/2009 9.20