Giulianova, iniziati i lavori dei palazzi nella zona ex Migliori Longari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

529

GIULIANOVA. Sono iniziati i lavori per la costruzione di quattro palazzi di circa 15 metri di altezza a ridosso di una collina verde sotto il centro storico, nella zona ex Migliori Longari.
Un'associazione di cittadini non si arrende e scrive al Comune e ai giornali.
«Ammiratelo per l'ultima volta», è l'appello che ha lanciato l'associazione “Il cittadino Governante” ai concittadini giuliesi. Gli spazi verdi nelle città sono sempre pochi. Oltre al danno la beffa perché spesso quei pochi spazi diventano merce rara e preziosa per i costruttori, a scapito del bene comune.
«Una scelta orribile» l'hanno definita gli esponenti dell'associazione che combattono da tre anni contro la scelta dell'amministrazione di permettere questa cementificazione in una delle parti più belle della città. Ma l'unico successo dell'associazione è stato di ritardare i lavori.

L'ASSOCIAZIONE: «I RISCHI SONO TANTI»

Secondo l'associazione giuliese, la cittadinanza in un sol colpo subirà più di un danno. Oltre allo «sfregio» al paesaggio collinare, si paventa l'aumento dei rischi idrogeologici nelle aree circostanti e nella instabile collina retrostante, come documenterebbe una relazione geologica inviata al Comune.
Va da sé che i 40 appartamenti in costruzione aumenteranno il carico di auto che dovranno accedere alla zona già densamente popolata e vicina ad un asilo. L'associazione ha ipotizzato anche la perdita della parte sud del campo di atletica leggera con compromissione della funzionalità e dell'agibilità. Non ci sarebbe nulla da fare nemmeno per la famosa passeggiata panoramica delle Fontanelle, collegata con Salita Montegrappa, che verrebbe «completamente cancellata». I cittadini si sono detti preoccupati anche per la deviazione delle condotte principali dell'acquedotto del Ruzzo «con taglio anche di quella in eternit e conseguente rischio di inquinamento dell'acqua potabile con fibre di amianto».

«I CITTADINI AMMIRINO PER L'ULTIMA VOLTA IL COLLE»

L'associazione Il cittadino governante, nonostante il «rumoroso silenzio» attorno a questa storia, è decisa a continuare il suo lavoro di denuncia appellandosi ai cittadini. «I cittadini sono gli unici che possono far sentire la propria indignazione», si legge nel comunicato.
«Per questo, invitiamo tutti i cittadini giuliesi a passare in questi giorni in Via Alleva, ad andare al mercato coperto, a farsi una passeggiata per la stradina panoramica delle Fontanelle o ad alzare lo sguardo verso la collina trovandosi nel campo di atletica leggera e nell'area della Scuola Media Bindi. Potranno, almeno, ammirare per l'ultima volta il magnifico scorcio collinare del Centro Storico e nel dare l'addio ad un tratto fondamentale dell' identità giuliese, potranno scattare qualche foto da conservare per quando saranno costretti a dire: “una volta la nostra città era molto bella”».

[url=http://www.ilcittadinogovernante.it/page36.html]GUARDA LE IMMAGINI[/url]

Manuela Rosa 12/03/2009 9.46