Autovelox di Canzano, il prefetto Camerino: «annullare le multe»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1759

CANZANO (TE). Il prefetto Francesco Camerino rinnova al sindaco di Canzano, Francesco Di Marco, l’invito a collaborare per definire in tempi rapidi e senza ulteriori oneri economici la vicenda delle infrazioni rilevate dall’Autovelox.
Il sindaco di Canzano Francesco Di Marco ha dichiarato nei giorni scorsi di volersi opporre alla annunciata determinazione del prefetto Francesco Camerino di archiviare i verbali elevati con l'autovelox all'interno del centro abitato senza che vi sia stata la contestazione immediata delle infrazioni.
La posizione espressa dal prefetto Camerino è conseguente alle decisioni della Giunta Municipale di Canzano, con la quale fu stabilito il perimetro del centro abitato con l'apposizione dei relativi cartelli stradali che, come prevede il Codice della Strada, ne individuano l'inizio e la fine.
La deliberazione della Giunta Municipale adottata lo scorso 3 marzo, con la quale è stato definito un nuovo perimetro di quel centro abitato non fa venire meno gli effetti prodotti fino a quella data dalle precedenti delibere.
Per questo il Prefetto ha auspicato che il sindaco di Canzano collabori per chiudere la vicenda nel più breve tempo e senza ulteriori aggravi di spesa.
E' dunque rimesso alla valutazione del Comune decidere se adottare un atto di autotutela per aderire all'invito formulato dal Prefetto di trasmettere in tempi rapidi l'elenco dei verbali notificati e non, in modo che la Prefettura possa procedere alla loro archiviazione cumulativa.
Qualora non pervenisse l'elenco, i cittadini ai quali è stato notificato il verbale di contravvenzione, dovranno decidere se presentare ricorso al Giudice di Pace o al Prefetto per chiederne l'archiviazione con conseguenti rilevanti oneri economici per le Pubbliche Amministrazioni e per gli stessi cittadini.

09/03/2009 15.50