Pezzopane, «i tagli sulla Scanno- Roma sono un colpo mortale»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

840

L’AQUILA. La notizia della imminente sostituzione del collegamento diretto, della linea Arpa, Scanno-Roma, con servizi fino a Sulmona è per la presidente Pezzopane «l’ennesimo colpo mortale inflitto ai pendolari, ai lavoratori e agli studenti del territorio peligno».

Pezzopane condivide «appieno» le perplessità dei dipendenti ex Schiappa evidenziate: «ritengo infatti che decisioni vitali per la sopravvivenza di un territorio debbano essere quantomeno discusse con le rappresentanze delle locali istituzioni e, per quanto possibile, concertate e condivise».
La Provincia dell'Aquila, facendosi portavoce dei lavoratori, ha sollecitato un confronto urgente tra tutti i soggetti decisionali affinché si faccia chiarezza sul futuro del trasporto pubblico nella valle peligna e si adottino soluzioni «che non pregiudichino l'economia e l'occupazione del comprensorio, altrimenti condannato all'isolamento e al sottosviluppo».
Un invito ufficiale è stato inviato all'Assessore Regionale ai Trasporti Giandonato Morra, al sindaco di Scanno, Patrizio Giammarco e ai dipendenti ex Schiappa per un incontro urgente finalizzato a cercare soluzioni alternative e condivise.
«Dai lavoratori mi sono stati rappresentati i disagi a cui andrebbero incontro non solo i lavoratori stessi», ha continuato la presidente, «ma anche alcune famiglie di Scanno che sarebbero costrette a trasferirsi a Sulmona a causa dei tagli alle corse. Senza contare il colpo alle prospettive turistiche dell'Alta Valle del Sagittario. I lavoratori lamentano il mancato coinvolgimento degli enti locali in questa decisione ed il silenzio della Regione su alcune proposte alternative presentate dalla CGIL, che farebbero risparmiare ugualmente l'ARPA, senza mettere in discussione il servizio Scanno-Roma».

09/03/2009 11.57