Cerimonia di avvicendamento per le Gdf, Favia succede a Rampolla

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2628

Cerimonia di avvicendamento per le Gdf, Favia succede a Rampolla
PESCARA. Presso la caserma della Gdf ieri si è svolta la cerimonia di avvicendamento dei due ufficiali alla presenza del generale di Brigata Angelo Antonio Quarato, comandante regionale Abruzzo de L’Aquila.


Il colonnello Rampolla ha salutato le 300 fiamme gialle impiegate tra il nucleo polizia Tributaria e la compagnia di Pescara, nonché la tenenza di Popoli.
Rampolla, dal 2005 a Pescara, è stato destinato alla sede di Roma presso la Commissione Parlamentare di Inchiesta sul Fenomeno della Mafia e sulle altre Associazioni Criminali, anche straniere.
Al termine di un resoconto delle attività condotte in un «quadriennio ricco di impegni e di soddisfazioni» ha pronunciato la formula di riconoscimento del nuovo comandante provinciale.
Alla cerimonia sono intervenuti rappresentanze delle Fiamme Gialle in congedo della associazione nazionale Finanziari d'Italia sezione di Pescara ed erano presenti i comandanti provinciali di Teramo e Chieti.
Al posto di Rampolla è subentrato il colonnello Favia. Dopo una lunga esperienza di comando presso i reparti navali della Guardia di Finanza di Bari e Rimini, con la partecipazione anche a missione di pace in Romania per il pattugliamento sul fiume Danubio durante la guerra nella ex Iugoslavia, il colonnello Favia ha svolto compiti di formatore dei giovani finanzieri, presso la scuola nautica di Gaeta e quindi al comando della scuola allievi finanzieri di Bari.
Da circa due anni è a Pescara dove ha diretto il nucleo polizia Tributaria, reparto di investigazione e di polizia economica finanziaria delle fiamme gialle, fortemente impegnato in delicate indagini.
Alla direzione del nucleo di polizia tributaria, e' subentrato il tenente colonnello Mauro Odorisio.

06/03/2009 11.14