Villa Pini: Angelini lascia il timone del gruppo alla figlia Chiara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4324

Villa Pini: Angelini lascia il timone del gruppo alla figlia Chiara
CHIETI. L'imprenditore della sanità abruzzese, Vincenzo Maria Angelini, che con le sue rivelazioni ha provocato, nello scorso luglio, l'arresto per tangenti dell'ex governatore abruzzese, Ottaviano Del Turco, non è più amministratore del gruppo Villa Pini d'Abruzzo.

Dal 2 marzo scorso, infatti, il timone è passato alla figlia Chiara.
Del gruppo fanno parte le case di cura 'Villa Pini' a Chieti, 'S.Maria' ad Avezzano (L'Aquila), 'Sanatrix' dell'Aquila, il centro residenziale per disabili 'Piccolo Rifugio - La cicala' di Atessa (Chieti), i 19 centri e i due presidi di riabilitazione psicomotoria della rete San.stef.a.r in Abruzzo e Molise.
«Il mio è un ruolo importante», ha detto Chiara Angelini, neo amministratore delegato del gruppo, «mi prefiggo l'obiettivo di migliorare costantemente l'offerta sanitaria che da sempre il gruppo esprime, mantenere l'eccellenza dei servizi che sono divenuti un punto di riferimento per l'utenza del territorio abruzzese e non solo. Chiederò al più presto alle istituzioni un incontro al fine di strutturare un percorso aziendale industriale che garantisca soddisfazione agli utenti».
«E' il naturale avvicendamento », ha commentato Vincenzo Maria Angelini, che mantiene fede ad una anticipazione che aveva già dato mesi or sono, «Villa Pini fu fondata nel 1948 dai miei genitori, Guido Angelini e Maria Domenica Di Battista ed è diventata nel tempo un centro che cura migliaia di persone all'anno. Sono certo che le nuove generazioni saprà rispondere a nuove sfide e garantire la continuità aziendale nel miglior modo possibile».
Le sorti del gruppo oltre all'amministratore delegato Chiara Angelini vede l'apporto di Annamaria Sollecito, Federica Angelini, Duilio Carusi.

05/03/2009 17.51