Discarica Colle Cese, «a fine 2009 sarà emergenza»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

963

PESCARA. La discarica di Colle Cese, che ospita i rifiuti della provincia di Pescara e da più di un anno buona parte di quelli teramani, entro la fine del 2009 sarà satura. Sarà emergenza rifiuti?


Il capogruppo Udc alla Provincia, Alessandro Di Bartolomeo ha presentato una interrogazione per chiedere che il problema venga risolto con celerità.
Il consigliere ha ricordato anche che a fine gennaio 2009, «l'assessore Di Paolo si era impegnato a portare in Consiglio entro la seconda metà di febbraio 2009 l'atto amministrativo relativo alla discarica emergenziale di Pianella per l'approvazione».
Ad oggi, continua Di Bartolomeo, «tale atto non è transitato in Commissione, ne consegue che per almeno un mese non se ne avrà traccia e che gli impegni presi in materia Ambientale, di cui Rifondazione Comunista detiene l'assessorato da 10 anni, vengono puntualmente disattesi e conducono l'intera collettività, come sta accadendo, verso una paradossale situazione di ingestibilità dei rifiuti simile a quella napoletana».
La discarica emergenziale di Pianella, secondo il consigliere dell'Udc, consentirebbe di gestire per un altro anno i rifiuti solidi urbani della provincia, «ammesso che a latere venga svolta una corretta raccolta differenziata, cui l'assessorato Provinciale non ha dato alcun impulso con il suo incredibile e politicamente contradditorio immobilismo».
27/02/2009 10.51