Assolto l’ex sindaco Tempesta e 7 uomini della sua giunta

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1024

L’AQUILA. Il Tribunale dell'Aquila riunito stamattina in sede collegiale, ha assolto sette componenti delle vecchia giunta Tempesta.

Gli imputati erano, l'ex sindaco Biagio Tempesta, e gli ex assessori Francesco Bonanni, Ernesto Placidi, Fabrizio Fiore, Luigi D'Eramo, Stefano Vittorini, Vito Bergamotto e Italo Pacitti, e i funzionari dell'ente Lucio Nardis e Gianfranco Scirri.
Tutti erano finiti nell'inchiesta per la discussa assegnazione di un terreno da parte del Comune a una donna che vi ha realizzato un ristorante.
Tutti i componenti della ex giunta, sindaco compreso, erano accusati, sempre per abuso di ufficio, di avere disposto, con una delibera, l'assegnazione di un terreno di proprietà del Centro turistico Gran Sasso.
Nardis, Scirri e Bonanni, erano accusati di aver rilasciato alla signora Leonardis una sanatoria edilizia, in modo irregolare, per abusi commessi in zone di rispetto stradale.
In particolare Nardis e Bonanni, nelle loro vesti di funzionario comunale e assessore del settore territorio, erano accusati di aver rilasciato la concessione in sanatoria per un immobile a Fonte Cerreto di proprietà comunale in violazione di legge (secondo il pm) non essendo la beneficiaria, la signora Maria Antonietta Leonardis, in possesso di un titolo che l'abilitasse all'uso del suolo.
In quel terreno, tra l'altro, era stato realizzato un ristorante.
26/02/2009 18.08