Bilancio di previsione, il centrodestra esulta: «abbiamo vinto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1366

Bilancio di previsione, il centrodestra esulta: «abbiamo vinto»
PESCARA. «Un clamoroso dietro front della coalizione di centrosinistra che, dopo giorni di empasse, ha dovuto ammettere l’assoluta valenza politica e sociale degli emendamenti presentati dalle forze politiche di centrodestra ed ha dovuto rivedere le proprie scelte di bilancio, reinserendo opere altrimenti escluse».

Lo hanno affermato i capigruppo del Popolo della Libertà, Luigi Albore Mascia, della Lista Teodoro, Gianni Teodoro, e della lista Rialzati Abruzzo-Pescara Futura, Berardino Fiorilli, al termine della riunione svoltasi ieri pomeriggio con i capigruppo di maggioranza e che ha consentito di elaborare il Documento di Accordo sul Bilancio 2009, dopo una settimana di sedute consiliari.
Il centrodestra parla di «vittoria» per la riqualificazione di via del Santuario, via Raffaello, il completamento della riviera sud, ma anche dell'incremento dei fondi per il sociale, per il dormitorio e per il personale comunale.
«La maggioranza – hanno puntualizzato i tre capigruppo – ha dovuto riconoscere la validità delle proposte contenute nei nostri emendamenti che puntano a garantire una maggiore copertura finanziaria al sociale e al risanamento della città con una serie di interventi che il centro-sinistra aveva scelto di escludere. Per giorni abbiamo portato avanti la nostra ostinata battaglia in aula, non semplice ostruzionismo, ma una difesa tenace del territorio e oggi abbiamo incassato la nostra vittoria».
La nuova manovra di bilancio comporterà un aumento di 100 mila euro delle spese a sostegno dell'associazionismo sociale; 80mila euro in più per la Casa di riposo; 40 mila euro in più quale primo contributo destinato alla Caritas per la realizzazione del centro di accoglienza per i senzatetto; altri 80 mila euro per l'adeguamento dei buoni pasto destinati ai dipendenti comunali, che porteranno il ticket da 8 a 10 euro l'uno da maggio 2009.
La manovra, inoltre, «ci ha permesso di reinserire tramite un ordine del giorno, la realizzazione e il completamento di opere pubbliche che la giunta – hanno proseguito i tre capigruppo – aveva fatto slittare nel triennale al 2010 o 2011, per un investimento complessivo di 300mila euro: il provvedimento comprende la riqualificazione di via del Santuario, via Raffaello, via Volta, via Aterno, viale Bovio, la riviera sud, via Sacco e la posa in opera urgente della nuova rete di pubblica illuminazione lungo il viale di accesso alla stazione ferroviaria da via Michelangelo». L'accordo sottoscritto da maggioranza e opposizione, infine, ha previsto anche che «la definizione della sistemazione degli spazi dell'area di risulta sarà demandata al prossimo Consiglio comunale, tranne per la parte attinente la mediateca-biblioteca, da completare con l'aggiudicazione della gara entro giugno 2009 per non correre il rischio di perdere i relativi finanziamenti».
26/02/2009 8.08