San Silvestro. Prosegue il lungo iter per delocalizzare le antenne

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

827

ABRUZZO. Continuano le delocalizzazioni delle antenne in località San Silvestro a Pescara. Dopo na serie di ricorsi al Tar ed una inchiesta della procura di Pescara la Regione va avanti emettendo nuove ordinanze di delocalizzazione degli impianti nei pressi di Bussi.
Si svolgerà domani, giovedì 19 febbraio, all'Aquila, il primo incontro tra il Dipartimento Ingegneria Elettrica e dell'Informazione dell'Università dell'Aquila e il settore ambiente della Regione Abruzzo sulla attuazione dello "Studio di Fattibilità per l'ottimizzazione della distribuzione nel litorale abruzzese degli impianti di radiodiffusione sonora e televisiva nuovi e di quelli esistenti".
Lo studio costituisce un supporto scientifico al tavolo tecnico con il Ministero delle Comunicazioni per la definitiva risoluzione del problema dei ripetuti superamenti dei limiti di emissioni elettromagnetiche in località San Silvestro a Pescara.
In attuazione della normativa vigente in materia, la Regione Abruzzo ha adottato specifiche ordinanze di delocalizzazione degli impianti notificate a tutte le 58 emittenti radiotelevisive presenti in san Silvestro facenti capo a 39 impianti di radiodiffusione sonora e televisiva. Contro tali provvedimenti sono stati proposti 24 ricorsi al Tribunale Amministrativo Regionale (sezione di Pescara) da parte di 29 società titolari di impianti di radiodiffusione sonora e televisiva in San Silvestro (per un totale di 48 emittenti radiotelevisive), al fine di ottenerne l'annullamento.
Con sentenze depositate l'11 febbraio scorso, il Tar ha finora rigettato 16 dei 24 ricorsi presentati, ritenendo del tutto infondate le eccezioni proposte dalle emittenti. Accogliendo il parere fornito dalla Regione, il Tar ha ribadito che il sito di san Silvestro non sarebbe più idoneo a ospitare emittenti, sulla base del Piano nazionale di assegnazione delle frequenze,indipendentemente dal superamento dei limiti di emissioni. I restanti 8 ricorsi sono in fase di decisione. In attuazione delle ordinanze di delocalizzazione degli impianti, la Regione Abruzzo proseguirà nelle azioni intraprese ritenute necessarie ai fini della effettiva delocalizzazione delle antenne così come previsto dalla normativa vigente.

18/02/2009 10.43