Maximulta per "spaccio" di uova: i vigili contestano la ricostruzione

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1693

FRANCAVILLA. «Non è vero. Non è stato un agguato dei Vigili urbani per multare quel venditore di uova di 84 anni», parola del comandante della Polizia Urbana di Francavilla al Mare, Fabio Torrese.

«La vostra ricostruzione è parziale e non tiene conto della nostra posizione: i Vigili urbani non miravano al signor Sallese, ma erano al mercato con i Vigili sanitari per un controllo di routine». Ha aggiunto il comandante che poi prosegue: «per quanto riguarda il pensionato multato, al contrario di quello che si dice e si scrive, molte volte lo abbiamo invitato a smettere la vendita di uova senza autorizzazione. Ma non ci ha voluto sentire».
Torrese difende l'operato dei suoi dipendenti, ma non ricorda che è stato proprio il suo ufficio a fare muro e a non rispondere alle domande sulla vicenda interpellato da PrimaDaNoi.it che oggi viene accusato di dare una versione parziale. Nel nostro articolo avevamo anche scritto che l'anziano era “recidivo”.
Questa comunque la ricostruzione del comandante: «I Vigili sanitari erano già venuti un martedì al mercato di piazza Sant'Alfonso – continua – in uno dei controlli che facciamo sempre. Avevano promesso di tornare un altro giorno per il mercato di via Bolzano, lì dove poi il signor Sallese è stato multato. Io a lui avevo anche detto di iscriversi al Rec (Registro esercenti il commercio) e come produttore diretto non avrebbe avuto bisogno di altro. Tutto qui».
Il Rec però è stato cancellato dal D.L. 223/06 poi convertito in legge.
Ma le uova che fine hanno fatto? «Sul verbale c'è scritto che sono state portate alla discarica».
Ma c'è il documento che lo certifica? «C'è senz'altro, anche se per il momento non l'ho sotto mano».

MANCA ANCORA IL VERBALE DI DISTRUZIONE DELLE 143 UOVA

Nel documento i Vigili hanno riportato che le
«cose sequestrate sono prodotti deperibili: 143 uova che sono state prese in custodia nella civica depositeria per essere distrutte attraverso il conferimento nella discarica comunale». Cioè, detto in parole povere, non sono finite in frittata. Ma il verbale di distruzione non è ancora arrivato né al sindaco né al Dipartimento prevenzione della Asl, che lo ha sollecitato in quanto dovrebbe essere contestuale al sequestro.

I VIGILI SANITARI RACCONTANO UN'ALTRA STORIA

Sulla dinamica della vicenda, lo stesso Dipartimento prevenzione, chiamato in causa e sentito direttamente, riferisce un'altra ricostruzione.
Il vigile Roberto Di Fabrizio, fuori per un'altra ispezione, ha informato per telefono il dottor Raffaele Sebastianelli che i vigili urbani di Francavilla avevano chiamato il Sian, servizio di igiene alimentare e nutrizione, nella persona di Arnaldo D'Orazio.
Questi, trattandosi di uova, ha coinvolto a sua volta il servizio veterinario e cioè lo stesso Di Fabrizio.
I due Vigili sanitari, secondo la versione fornita dal Dipartimento di prevenzione della Asl, sono stati chiamati proprio per dare conferma ed ufficialità all'operazione della Polizia urbana e non hanno potuto fare altro che confermare che la multa era legittima (cosa che abbiamo già scritto, ndr).
Ma il punto è un altro: si è trattato di una multa ad personam, cioè mirata al signor Sallese o no? Dalla ricostruzione sembra che quel giorno non ci sia stato un controllo di routine. Infatti i Vigili sanitari hanno riferito di non essere andati a Francavilla per controllare il mercato vicino la stazione, ma si sono presentati prima al Comando della Polizia urbana.
Di lì, insieme ai Vigili, sono andati insieme e direttamente a multare lo "spacciatore" di uova.
Questa la ricostruzione dei fatti attraverso le stesse parole dei protagonisti. La multa di sicuro è regolare perchè sanziona una violazione. La notizia tuttavia ha provocato scalpore per l'elevato importo della multa in considerazione del tipo di violazione contestata.

Sebastiano Calella 17/02/2009 10.16

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=19184]LA STORIA DELLA MAXIMULTA ALL'ANZIANO VENDITORE[/url]