Atessa, il garage della discordia. E' guerra tra Pd e Udc

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1116

ATESSA. Clima politico ancora arroventato ad Atessa tra centrosinistra e centrodestra.


Una banale polemica su alcuni lavori per la realizzazione di box-garage in via Battisti provoca un accesso botta e risposta tra il vecchio sindaco del Pd ed il nuovo dell'Udc.
Giuseppe Cellucci, commentando l'appalto per questi box, si dice contento che un'opera della sua amministrazione adesso sarà appaltata.
Peccato però che il costo sarà maggiore di quello da lui previsto.
Il che si rifletterà sui cittadini, costretti a pagare di più. C'è inoltre un ritardo dovuto all'inserimento del progetto nel contratto di quartiere che stenta a partire (anche in attesa di un ricorso al Tar, inoltrato però proprio dal centrosinistra).
«Che delusione Cellucci - risponde Nicola Cicchitti, sindaco in carica - pur di essere presente si inventa una polemica inutile sui box-garage di via Battisti, rimediando una brutta figura forse per riconquistare qualche candidatura. Tempo sprecato: se l'Udc farà l'accordo con il centrosinistra, il candidato naturale al Collegio provinciale non sarà lui.....».
«E poi non è vero che abbiamo perso tempo - continua Cicchitti - parla proprio lui che come presidente del Consorzio dovrebbe conoscere una Circolare ministeriale che impone la revisione dei prezzi prima di appaltare i progetti. Il progetto, come noto, è del 1996. Lui fino a maggio 2007 lo ha fatto dormire. Noi lo abbiamo ripreso e dopo aver aggiornato i prezzi, lo stiamo appaltando. Chi è che ha perso tempo? Mi sembra veramente un autogol questa dichiarazione dell'ex sindaco, che dimostra memoria corta e parla di inefficienza altrui. Chi paga alla fine sono i cittadini? Certo, pagano i ritardi della vecchia amministrazione. Quanto al cenno al contratto di quartiere, siamo fuori strada: i box-garage, anche se dentro il programma, sono fuori dal finanziamento. Informarsi prima di parlare».
11/02/2009 11.53