«Dopo il degrado del Parco Fluviale ecco via Albanese»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

710

CHIETI. Il presidente di An Chieti, Emiliano Vitale, denuncia «l'abbandono totale» dell'area verde a ridosso del campo sportivo di Sant'Anna.
Si tratta della zona che fiancheggia la strada di via Albanese proprio di fronte alla nuova sede delle Poste.
«La situazione è pressoché disastrosa», denuncia Vitale, «i viottoli sono dissestati, gli impianti di illuminazione pubblica non completati e le stesse luci lasciate a marcire».
Le strade in certi punti sono inaccessibili a causa della vegetazione spontanea cresciuta a dismisura, le scale sono impraticabili, c'è anche un piccola discarica a cielo aperto. Le panchine e i cestini sono inutilizzabili e s'iniziano a constatare anche i primi atti di vandalismo
Vitale qualche mese fa denunciò il degrado del Parco Fluviale del Megalò 
e in quella occasione il Comune disse che l'area non era di propria competenza.
«Non c'è molto da aggiungere», dice l'esponente di centrodestra, «le immagini parlano da sole, visto che ormai siamo abituati a queste situazioni di abbandono e menefreghismo da parte dell'amministrazione, buona solo a tagliare nastri sotto campagna elettorale e a preoccuparsi della realizzazione del villaggio olimpico unico e vero interesse, con le magre figure che stiamo facendo a livello nazionale».
Vitale chiede agli assessori di riferimento, Febo e Giampietro, ed al sindaco Ricci di «avere almeno la compiacenza di scusarsi con la cittadinanza e dire ai consiglieri di maggioranza che forse a questo punto è meglio che almeno si salvino la faccia e abbiano un pizzico d'amore per la città, mandando a casa la peggiore amministrazione che Chieti abbia avuto in tutta la sua storia».

07/02/2009 11.34