Si è insediato il nuovo Cda del Gaetano Braga

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

966

TERAMO. Mercoledì scorso, presso l'Auditorium Dante D'Ambrosi dell'Istituto Superiore di Studi Musicali "Gaetano Braga" di Teramo si è insediato il nuovo Cda.


A farne parte sono il presidente Alberto Melarangelo, l'assessore Regionale Mauro Di Dalmazio e Francesco Mastromauro in rappresentamza dei Comuni di Teramo e di Giulianova, Eugenio Galassi, in rappresentanza del MIUR, il direttore Antonio Castagna, Alessandra Colangelo, in rappresentanza dei Docenti e il maestro Vincenzo Lisciani Petrini nominato dagli studenti.
La cerimonia è stata introdotta dal presidente dell'amministrazione Provinciale (e presidente uscente del "Braga") Ernino D'Agostino che ha garantito il proseguimento dell'impegno suo e dell'Ente che rappresenta per il raggiungimento degli obiettivi che la più antica Istituzione d'Abruzzo da tempo persegue.
Tra l'altro l'Istituto festeggia nel 2009 il 70° del pareggiamento ed è tra le prime quattro istituzioni in Italia ad aver istituito i corsi accademici di I e II livello nonchè i corsi abilitanti.
Il presidente Melarangelo, insieme al nuovo Cda, ha illustrato dettagliatamente il percorso da seguire: le priorità sono la piena realizzazione del percorso di statizzazione da conseguire attraverso un attento programma di coinvolgimento dei livelli istituzionali interessati e una più incisiva comunicazione all'esterno delle tante prestigiose attività che l'Istituzione organizza.
Inoltre si è augurato una nuova sinergia dell'Istituto con il panorama culturale esterno di cui il Braga è attore fondamentale.
Parole sottoscritte da tutti i neo-consiglieri, in particolare dall'assessore Regionale Mauro Di Dalmazio.
Alle ore 16 il nuovo Cda ha incontrato tutto il personale con la rappresentanza sindacale, che ha dato atto al presidente uscente D'Agostino del prezioso lavoro portato a termine nei 4 anni del suo mandato, risolvendo positivamente annose questioni contrattuali.
La nuova amministrazione, il personale tutto e le rappresentanze sindacali hanno di comune accordo definito di proseguire l'opera intrapresa nel solco della continuità delle scelte e del clima di grande e franca collaborazione esistente.

05/02/2009 11.49