Superenalotto. Nessuna traccia del neo milionario di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1481

MONTESILVANO. Una schedina di 2,50 ha fruttato quasi 8 milioni di euro. Ma il fortunato non si è fatto ancora sentire.

Per la precisione sono stati 7.947.183,69 gli euro vinti dal novello paperone che da sabato scorso sta festeggiando perché ha beccato, insieme ad altri 4 colleghi super fortunati in tutta Italia, la sestina vincente. Così come festeggiano alla tabaccheria D'Ambrosio di viale Europa, 68 ormai da quasi tre giorni.
Ieri la ricevitoria è stata riaperta in via eccezionale per ospitare giornalisti e cameraman, ma anche amici e conoscenti che hanno festeggiato allegramente.
Ma da questa mattina è ancora un via vai festoso di clienti e amici, racconta a Pdn il titolare Luciano D'Ambrosio.
Nessuna telefonata del fortunato, però, che probabilmente non vuole lasciare alcun indizio.
Ma è stato proprio il titolare, con la schedina vincente in mano, a cercare di fare un identikit di chi può aver vinto. Nessun sistema, nonostante il numero che sembra uscito da una combinazione elettronica, «ma sicuramente una data di nascita», come assicura D'Ambrosio che di schedine nel corso degli anni ne ha viste a milioni.
«Può essere qualcuno nato nel 38 che ha giocato al tempo stesso anche la data dell'anno di nascita dei propri nipoti», dice quasi convinto.
E proprio il fatto che la stessa vincita sia stata fatta anche in altre città d'Italia, per il titolare è la conferma che si tratti di date di nascita, sempre super gettonate dagli amanti del lotto e superenalotto.
Su chi sia però il fortunato paperone resta il mistero. «Nella nostra tabaccheria», racconta ancora il titolare, «passano clienti giovani, meno giovani, disoccupati e professionisti e anche extracomunitari».
E sempre in quella tabaccheria di viale Europa la fortuna aveva bussato qualche tempo fa: «era il 2000», ricorda D'Ambrosio, «e con il totogol qualcuno giocò e vinse 564 milioni di lire».
Decisamente meno, ma la Dea bendata ha dimostrato di non essersi dimenticata di quella ricevitoria.

Le altre 4 vincite sono avvenute a Rovigo presso la tabaccheria di Via Mascagni, 15; a Mondovì (Cuneo) presso la tabaccheria Jolly di via del Vecchio, 7; a Forte dei Marmi, (Lucca) presso il punto vendita Sisal Poleschi di via Ponchielli, 12; a Minerbio (Bologna) presso la tabaccheria di via Garibaldi, 13.
Le due vincite con punti 5+ sono state realizzate a Saluzzo (Cuneo) presso il Caffé Vittoria in via Martiri della Liberazione, 6 e a Gallipoli (Lecce) presso il Bar Oberdan in piazza Matteotti 1.
Ora la caccia alla fortuna riprenderà con l'estrazione di martedì quando il jackpot per il 6 sarà di 10.900.000,00 euro.

02/02/2009 14.01