Disagi in provincia: Pezzopane scrive ai vertici di Poste Italiane

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

813

L'AQUILA. Una riorganizzazione dell'intera rete degli uffici postali presenti sul territorio provinciale, per garantire a tutti i cittadini i servizi essenziali di cui hanno diritto.


È tornata a chiederlo la presidente della Provincia dell'Aquila, Stefania Pezzopane, con una nota inviata all'amministratore delegato di Poste Italiane, Stefano Sarmi, al responsabile d'area, Ing. Pasquale Marchese e alla responsabile di filiale dell'Aquila, Chiara Franco, dopo le notizie di continui disservizi che in questi giorni si stanno verificando al comune di Pescasseroli
«A Pescasseroli lo scenario è identico a quello di altri comuni, Opi, Caporciano, Castelvecchio Calvisio e altri ancora – ha affermato la presidente- Carenza di personale, un solo impiegato in servizio, nonostante la recente creazione di tre sportelli per il pubblico, malfunzionamento dei terminali, code infinite per pagare bollettini e riscuotere pensioni».
Anche il sindaco Finamore ha sollecito più volte la direzione locale di Poste Italiane a trovare soluzioni ragionevoli, soprattutto in considerazione dell'elevato numero di utenti, residenti e turisti, presenti in Alto Sangro, ma a tutt'oggi nulla è cambiato.
«Per questo», ha scritto la Pezzopane, «mi trovo costretta a sollecitare ulteriormente una riorganizzazione nella gestione e nel funzionamento non solo dell'ufficio postale di Pescasseroli, ma di tutti uffici postali sul territorio. Un servizio socialmente utile ed insostituibile, che risponda ad adeguati standard di qualità ed efficienza. è indispensabile per tutelare la qualità della vita delle comunità».

31/01/2009 9.51