Barretta più pericoloso di Del Turco e D'Alfonso: resterà in carcere per un anno

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2705

PESCARA. Ernani Barretta deve restare in carcere. Lo ha deciso ieri il gip del Tribunale di Pescara, Maria Gabriella Tascone, che ha respinto l'istanza del legale dell'uomo. * SE NE DISCUTE NEL FORUM
I domiciliari non vanno bene. Ernano Barretta, 68 anni, complice –secondo l'accusa - del bel Helg Sgarbi (ancora in carcere a Monaco) per i ricatti alle ricche donne tedesche deve restare al San Donato.
Nonostante l'età avanzata, nonostante da due settimane stia portando avanti uno sciopero della fame che lo sta debilitando, nonostante anche il pm Gennaro Varone (ovvero l'accusa) avesse dato parere favorevole ai domiciliari.
Ma per il gip permangono le esigenze cautelari che scongiurano una eventuale reiterazione del reato, il pericolo di fuga o l'inquinamento delle prove.
Eppure su quest'ultimo punto proprio la Procura italiana aveva assicurato di aver accumulato una massiccia dose di prove schiaccianti anche se mancherebbero all'appello le decine e decine di dvd hot che sarebbero stati registrati.
Di certo gli occhi degli inquirenti tedeschi sulla vicenda italiana con ripercussioni eccellenti al di là delle Alpi pesano e così Barretta dovrà restare al San Donato, dove si trova dallo scorso 14 giugno con l' accusa di associazione per delinquere dedita alla truffa, all'estorsione, al reimpiego di denaro proveniente da attività illecita e riciclaggio.
In questi mesi sono state tentate tutte le strade che la procedura penale mette a disposizione esaurendo ogni grado di giudizio per opporsi al provvedimento che rimane cautelare in vista del processo che dovrebbe iniziare tra qualche mese. Terminate le possibilità di appello, Barretta dovrà rimanere in carcere. Appellandosi a non buone condizioni di salute l'avvocato Sabatino Ciprietti aveva avanzato una nuova istanza di scarcerazione, avallata dal pm Varone, ma anche questo tentativo esperito in seguito ai nuovi elementi è naufragato.
Ora appare davvero remota la possibilità di tirarlo fuori prima del prossimo 14 giugno, giorno nel quale scadranno i termini per la carcerazione preventiva.
La notizia non è stata presa bene dalla famiglia Barretta che aveva qualche speranza di vederlo ritornare a casa. Si dice «senza parole» anche l'avvocato Ciprietti.
L'uomo, secondo gli inquirenti, faceva parte di una organizzazione che agganciava le donne più ricche della Germania, tra cui "lady Bmw" e poi le ricattava riuscendo a farsi consegnare alcuni milioni di euro.
E in queste ore si sussurra di un possibile cambio di avvocato. Ciprietti dovrebbe essere sostituito dall'avvocato Carlo Taormina, il legale più mediatico d'Italia che ha già fatto una "comparsata" in Abruzzo, difendendo per qualche mese l'ex manager della Fira Giancarlo Masciarelli. Poi anche lui è stato sostituito da Giuliano Milia.
Una vicenda che non può non creare un certo "sconcerto" in Abruzzo, la regione che nell'ultimo anno è stata flagellata da maxinchieste sulla pubblica amministrazione con accuse gravissime per gli indagati di aver dirottato gli enti locali dall'unico obiettivo che devono perseguire (l'interesse pubblico) con sperpero di danaro pubblico e ricadute di vario genere sui cittadini contribuenti.
Eppure non si è vista tanta fermezza da parte della magistratura nel giudicare la "pericolosità sociale" degli ex amministratori coinvolti dagli scandali. Alcuni di questi hanno asserito persino di aver subito gravi ripercussioni alla salute per un periodo di detenzione qualitativamente e quantitativamente nettamente inferiore a quello inflitto a Barretta.
In alcuni casi le misure cautelari sono state revocate nonostante i pareri negativi dell'accusa. Nel caso di Barretta anche l'accusa ha giudicato attenuata la pericolosità mentre soltanto il gip ha ritenuto che le cose stessero diversamente.
Ma è vero che ogni storia è a sé stante, ogni reato diverso.
Impossibile però smentire oggi l'assunto: Barretta più pericoloso di Del Turco e D'Alfonso.

27/01/2009 11.26

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=helg+sgarbi&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTO SULL'INCHIESTA HOT DI BARRETTA, SGARBI E LADY BMW[/url]