Monticelli: «i conti del mio Comune sono in ordine»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1419

PINETO. «L’opposizione continua a fare demagogia quando mi accusa di aver creato in questi quasi cinque anni di governo della città 21 milioni di euro di debiti». LA MINORANZA INSISTE: «OLTRE 17 MILIONI DI DEBITI»
Il sindaco Luciano Monticelli replica così alle accuse che nei giorni scorsi sono piovute addosso dai banchi dell'opposizione a proposito del deficit accumulato dal Comune in questi anni.
«La mia giunta», ha detto il primo cittadino, «ha contratto mutui per un ammontare di 8 milioni e 460 mila euro. Sono stati fatti degli investimenti, e non dei debiti. Tutte le altre somme risalgono ad anni addietro, addirittura agli anni '60, quando io ero ancora un bambino».
«I nostri bilanci», continua Monticelli, «sono stati sempre a posto e ad affermarlo è la Corte dei Conti che ha inviato nelle settimane passate ai nostri uffici competenti un documento che dice testualmente di aver certificato di non aver rilevato irregolarità contabili e che sono stati rispettati i limiti previsti dalla legge sull'indebitamento».
Ci sono debiti che risalgono al 1960, contratti per costruire una scuola elementare e ancora oggi si procede con il piano di ammortamento.
«Anche in questo caso, certo, si tratta di debito», aggiunge Monticelli, «ma è pur sempre un investimento che è stato fatto per una pubblica utilità. La cosa che mi fa rabbia è quando appunto si dice che noi siamo i fautori di quasi 22 milioni di euro di debiti. A questo punto non ci sto».
Intanto, l'amministrazione Comunale fa sapere che i lavori di realizzazione del nuovo parcheggio sono momentaneamente fermi perché è in corso una perizia di variante e che comunque i tempi di riconsegna delle opere verrà rispettato secondo quanto previsto dal capitolato d'appalto.
«Non capisco il perché», conclude Monticelli, «si stia cercando ad ogni costo il marcio».
23/01/2009 7.15

LA MINORANZA INSISTE: «OLTRE 17 MILIONI DI DEBITI»

La minoranza replica però al sindaco di Pineto e sciorina una lunga serie di numeri.
«I debiti contratti dall' amministrazione», sostiene Gaetano Avolio, consigliere comunale della lista Comitato civico per la salute pubblica di Pineto, «ammontano a 8,5 milioni di euro a cui vanno aggiunti circa 4,3 milioni di interessi e siamo già a 12,8 milioni».
Avolio ne aggiunge poi «altri 2 milioni, sempre prelevati dal sindaco Monticelli. Si tratta di mutui accesi dall'amministrazione Di Domenico ma utilizzati e quindi spesi dall'attuale primo cittadino».
Poi da aggiungere ancora «1 milione di anticipo Ici piattaforme Eni incassati e spesi, 787 mila euro per la vendita degli alloggi Erp, 750 mila euro di arretrati ICI del villaggio Hapimag anch'essi incassati e spesi».
La somma totale sarebbe così 17,4 milioni di euro. «Il Comune è poi debitore verso terzi di oltre 1 milione di euro e la sola Pineto coop vanta crediti per oltre 700 mila euro».
24/01/2009 10.49