«Urgente il dragaggio al porticciolo di Roseto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

771

ROSETO. Il rafforzamento delle barriere soffolte nella zona sud di Roseto e la sistemazione dell’ingresso del porto turistico.

Sono questi gli argomenti affrontati ieri nel corso dell'incontro tra il sindaco, Franco Di Bonaventura, l'assessore ai Lavori Pubblici, Flaviano De Vincentiis, e l'ingegner Visca in rappresentanza della Regione e alla presenza di una rappresentanza della locale marineria.
«Le recenti mareggiate hanno evidenziato ulteriormente la fragilità di alcuni tratti di costa del nostro territorio – ha spiegato il Sindaco - e proprio per far fronte a questa emergenza abbiamo richiesto un impegno concreto da parte della Regione Abruzzo al fine di tutelare un tratto di litorale particolarmente vulnerabile che è proprio quello a sud della città».
Nel corso dell'incontro sono stati affrontati anche i problemi della marineria locale e in particolare l'impossibilità di rientrare nel porticciolo a causa del materiale che negli ultimi anni si è accumulato all'imboccatura.
«In effetti molti pescherecci della flotta rosetana vengono posteggiati nel vicino porto di Giulianova – ha spiegato l'Assessore De Vincentiis – l'imboccatura del porticciolo di Roseto ha infatti bisogno di un nuovo intervento di dragaggio e anche in questo caso abbiamo chiesto l'intervento della Regione unitamente a quello della Provincia di Teramo che ci auguriamo possano dare risposte in tempi brevi per consentire ai nostri pescatori di ritornare nel loro approdo naturale».

15/01/2009 9.01