Misure igienico-sanitarie: obblighi inderogabili per i proprietari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

970

L’AQUILA. L’osservanza delle misure di prevenzione igienico-sanitarie da parte di tutti i proprietari di beni immobili (edifici, costruzioni, locali, aree e spazi) nel territorio del comune dell’Aquila è contenuta in una specifica ordinanza, firmata dal sindaco Massimo Cialente.


In particolare, secondo il documento, i terreni incolti dovranno essere tenuti costantemente puliti da erbacce, immondizie e qualsiasi tipo di rifiuto. Le grondaie e i tombini dovranno essere ispezionati e regolarmente puliti a cura dei proprietari delle aree su cui i medesimi ricadono. Prima di allestire un cantiere si dovrà effettuare la disinfestazione dell'area, rimuovere i rifiuti, eliminare la vegetazione spontanea, bonificare pozzi neri, fosse settiche e fognature dimesse.
L'ordinanza prevede delle precise disposizioni anche per i condomini, gli allevamenti, gli stabilimenti di lavorazione e produzione degli alimenti, i locali delle mense aziendali e scolastiche e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, nonché per i gestori, pubblici e privati, di corsi d'acqua, per le scarpate ferroviarie e autostradali e per i cigli stradali.
La sanzione amministrativa, qualora venissero riscontrate inadempienze, va da un minimo di 100 euro ad un massimo di 600 euro.
«Questa ordinanza – ha dichiarato l'assessore all'ambiente Alfredo Moroni – non è un capriccio dell'amministrazione comunale, ma è un'esigenza per tutelare la salute pubblica. Infatti nel 2008 sono pervenute diverse segnalazioni di topi che infestavano la città in centro e nelle periferie. Quest'anno, allora, per contribuire alla campagna che il Comune ha attuato contro la proliferazione dei ratti, chiamiamo la popolazione a collaborare in maniera attenta e pronta, senza, ovviamente, far mancare l'impegno nostro e delle strutture sanitarie per prevenire questi problemi».
L'ordinanza potrà essere consultata all'albo pretorio del Comune o sul sito internet www.comune.laquila.it.

13/01/2009 13.36