Sabato l'ufficio disabili scende in piazza per il diritto alla mobilità

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1238

MONTESILVANO. L'Ufficio DisAbili, guidato da Claudio Ferrante, scenderà in piazza Diaz sabato 10 gennaio dalle ore 10 per una raccolta firme.
La raccolta è già iniziata il 2 gennaio scorso, contro la Legge Regionale n.16 del 21/9/2008 concernente i “provvedimenti urgenti e indifferibili” in cui non è stato prorogato il benefico di libera circolazione sui mezzi di trasposto pubblico per i cittadini disabili, come previsto invece dalla Legge Regionale n. 44/2005.
Alla raccolta delle firme sarà presente anche il primo cittadino di Montesilvano Pasquale Cordoma che ha già chiesto al presidente regionale Gianni Chiodi di occuparsi della vicenda, la quale vede penalizzati, solo a Montesilvano, oltre 500 disabili. Saranno presenti anche il presidente del Consiglio Valter Cozzi e l'assessore ai Servizi Sociali Fabrizio Bosio.
«L'insensibilità della passata amministrazione regionale – ha detto il sindaco Cordoma - ha permesso un provvedimento scellerato verso le categorie più deboli. Se la vecchia giunta regionale non avesse pensato solo a sistemare i portaborse ci sarebbe stato un atteggiamento e un'attenzione diversa sulle questioni riguardanti la disabilità. Scenderemo in piazza per raccogliere le firme e per garantire il diritto alla mobilità dei disabili».
Dal 2 gennaio l'Ufficio DisAbili ha già raccolto oltre settecento firme «e sono sicuro», ha aggiunto Cordoma, «che la sensibilità del Presidente Chiodi, al quale io stesso le presenterò, eviterà le conseguenze per queste categorie più disagiate».
Sabato mattina alla raccolta delle firme prenderanno parte tutte le sigle sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl di Montesilvano, oltre a numerosi associazioni della provincia: Uildm, Codici, Coop Dale, Diversi Uguali, Missione Possibile, Sconvolt, Combattenti e Reduci di Montesilvano.

09/01/2009 11.26