Tenta di scassinare un bar a Chieti Scalo. Fermato a bordo del suo camper

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

652

CHIETI. Un furto non andato a buon fine per un giovane ragazzo di etnia rom che andava in giro per la città a bordo di un camper, portandosi dietro tutta la famiglia.

Martedì scorso il proprietario di un bar di via Tirino di Chieti Scalo ha telefonato al 112 per segnalare che, mentre stava dormendo all'interno del proprio negozio, aveva sentito qualcuno che armeggiava sulla serratura della porta di ingresso.
L'uomo si è alzato di scatto e si è trovato davanti un individuo che è fuggito a bordo di un camper targato Roma.
La pattuglia dell'Aliquota Radiomobile, già in zona per il controllo nella zona industriale, ha incrociato e bloccato il camper a poche centinaia di metri dal bar. Alla guida c'era Sandro Azdovic, 23enne di etnia rom, nato in Italia e residente a Roma, sprovvisto di qualsiasi documento.
Nel camper, dove si trovavano anche la giovane moglie e i due figli minorenni (di cui uno di appena due mesi), è stato rinvenuto e sequestrato un grosso cacciavite con il quale l'uomo aveva forzato la porta del bar.
In caserma i militari hanno scoperto che l'uomo era gravato da numerosi precedenti penali per reati contro il patrimonio. La precisa testimonianza del titolare dell'esercizio ha completato il quadro accusatorio nei confronti del rom che è stato arrestato. Il processo per direttissima si terrà il prossimo 15 gennaio.

08/01/2009 10.05