Giochi Mediterraneo: Addadi, «indagine sindaco non ci riguarda»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1337

PESCARA. «Mi dispiace a livello personale per D'Alfonso con cui abbiamo collaborato fino a poche settimane fa. Non credo però assolutamente che l'indagine della magistratura pescarese possa anche indirettamente riguardare il regolare svolgimento dei Giochi».
Lo ha detto il presidente del Cijm, Amar Addadi, in visita in Abruzzo, commentando l'inchiesta
sugli appalti al Comune di Pescara che ha condotto all'arresto dell'ex sindaco di Pescara.
Addadi si è poi detto soddisfatto per lo stato degli impianti sportivi, ma ha anche espresso la preoccupazione per il Villaggio Mediterraneo.
«Mi ritengo soddisfatto e rassicurato - ha detto - sulla condizione degli impianti sportivi dove si disputeranno le competizioni sportive di Pescara 2009».

Addadì si è riferito soprattutto allo Stadio Adriatico, alle piscine Le Naiadi e al Circolo Tennis Pescara.
Al complesso per le discipline natatorie, l'intervento di maggiore rilevanza in corso di esecuzione riguarda il piano vasca che subirà un abbassamento a m. 2,50. Inoltre, sempre riguardo alla piscina, si sta procedendo all'inversione della testata di partenza, in osservanza degli standard internazionali. «Sappiamo che c'é ancora molto da fare», ha detto, «ma siamo agli ultimi centro metri e dobbiamo quindi fare l'allungo finale per garantire un'edizione memorabile».
Al Circolo Tennis i lavori di maggiore consistenza da avviare riguardano la trasformazione e la diversa disposizione del campo centrale che è un punto fondamentale per un evento come i Giochi del Mediterraneo. Conseguente il rifacimento delle tribune. "Non ci sono grandi lavori da effettuare - ha sottolineato Addadi dopo il sopralluogo - avevo un unico dubbio rappresentato dal rumore del traffico, vista la posizione dell'impianto, che avrebbe potuto creare difficoltà per le partite. Sono stato rassicurato che verranno, però, messe delle barriere e, inoltre, tutto il progetto è passato al vaglio e approvato dal delegato internazionale del tennis".
Nel pomeriggio la visita ha riguardato il "Villaggio Mediterraneo" di Chieti Scalo e il "PalaUniverso" di Silvi Marina. Relativamente al complesso che assicurerà alloggio, e non solo, agli atleti, Addadi si è compiaciuto nel vedere l'evoluzione dei lavori e del Villaggio stesso, «segno che la società che lo sta realizzando, ha preso degli impegni e li sta onorando», ha affermato, «e questo fa prevedere che tutto sarà pronto nei tempi stabiliti».
Particolarmente lusinghiero il parere sul PalaUniverso di Silvi Marina che ospiterà la ginnastica artistica: «E' la prima volta che lo vedo, è una struttura magnifica. Non ha bisogno di lavori ma solo dell'allestimento per le gare. Per il resto ha tutte le caratteristiche necessarie. E' perfetto così».
Nel pomeriggio la visita ha riguardato anche il "Villaggio Mediterraneo" di Chieti Scalo. Relativamente al complesso che assicurerà alloggio, e non solo, agli atleti, Addadi si è compiaciuto nel vedere l'evoluzione dei lavori «segno che la società che lo sta realizzando, ha preso degli impegni e li sta onorando», ha affermato, «e questo fa prevedere che tutto sarà pronto nei tempi stabiliti».
Sullo stato dei lavori del Villaggio Mediterraneo di Chieti, il presidente Addadi ha comunque voluto rassicurare tutti. «Ho potuto vedere - ha spiegato - che i lavori proseguono secondo le previsioni. In questi ultimi sei mesi ci sarà da accelerare ancora, ma non credo sorgeranno difficoltà».
Sul paventato rischio di vedere alcuni atleti ospitati nei prefabbricati Addadi ha spiegato che «per quanto ho potuto vedere non dovrebbe esserci questo rischio. Non vogliamo drammatizzare - ha aggiunto - ma nemmeno nascondere la verità. Ho potuto parlare con l'ingegnere dei lavori che mi ha garantito la conclusione dell'opera entro i termini previsti. Se dovessero poi sorgere problemi strada facendo, vedremo di risolverli».

18/12/2008 8.57