A Montesilvano un arresto per tentato omicidio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1184

MONTESILVANO. I carabinieri della Compagnia di Montesilvano la notte scorsa hanno arrestato Charlie Di Felice di 18 anni. Il ragazzo è accusato di tentato omicidio, lesioni personali e porto abusivo d'arma bianca.

Una rissa sfociata in ferimento. Ancora da chiarire i motivi che hanno innescato la discussione. Quello che è certo è che tra vittima e carnefice non scorresse buon sangue.
Il diciottenne, secondo le indagini dei militari, sarebbe il responsabile dell'accoltellamento di un altro giovane 22enne di Montesilvano al quale ha procurato lesioni al volto, al torace e all'avambraccio.
I due ragazzi, intorno alle ore 23.30 di ieri sera si sono incontrati in prossimità di un venditore ambulante su Corso Umberto e dopo un primo battibecco hanno cominciato a picchiarsi.
Già in passato c'erano stati altri dissidi tra i due ma ieri la situazione è decisamente degenerata. Dopo i pugni De Felice ha estratto un coltello con il quale avrebbe colpito l'altro giovane, poi è fuggito via.
La vittima, che perdeva sangue anche dal volto, è stato accompagnato dai suoi amici in ospedale dove gli sono state riscontrare ferite guaribili in 25 giorni.
Nel frattempo Di Felice è tornato a casa. Lì lo hanno trovato i carabinieri che sono risaliti a lui dopo la testimonianza degli amici.
Al termine degli accertamenti il diciottenne è stato dichiarato in arresto a disposizione del pm Paolo Pompa. Il coltello usato per l'aggressione non è stato ancora ritrovato.
11/12/2008 12.29