L'Associazione 'PescaraCentro' chiede revoca chiusura di via Regina Margherita

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

929

PESCARA. Revoca immediata dell’ordinanza relativa alla chiusura al traffico pomeridiana di viale Regina Margherita almeno per il periodo delle festività natalizie.


Lo hanno chiesto i rappresentanti dell'Associazione ‘PescaraCentro' che riunisce buona parte dei commercianti del cuore commerciale di Pescara.
La richiesta è stata inviata all'amministrazione comunale in una lettera indirizzata al sindaco D'Alfonso, e agli assessori al turismo Simona Di Carlo, al commercio Michele Di Marco, e al traffico Antonio Blasioli.
«In sostanza abbiamo chiesto all'amministrazione comunale di sospendere, almeno per il periodo delle imminenti festività natalizie, ossia dal 4 dicembre al 6 gennaio 2009 – si legge nel documento – l'ordinanza che oggi impone la chiusura al traffico di viale Regina Margherita nei pomeriggi del giovedì, del sabato e della domenica, dalle 16 alle 20».
La richiesta secondo gli operatori nasce «da un'esigenza concreta condivisa dalla maggior parte degli operatori commerciali e dai residenti del quadrilatero del centro commerciale naturale che in questo momento storico stanno attraversando una situazione di forte difficoltà e disagio».
La chiusura pomeridiana – come si legge ancora nella lettera – contribuirebbe a peggiorare tale situazione in quello che è il periodo forse più strategico dell'anno da un punto di vista strettamente commerciale.
Revocando la chiusura di via Regina Margherita, «andremmo a evitare gli ingorghi che oggi si formano all'altezza dell'incrocio con via Leopoldo Muzii e anzi andremmo a snellire la viabilità, facilitando l'ingresso in città».
Tra l'altro la stessa Associazione, ha chiesto chiarimenti alla giunta D'Alfonso «in merito alla paventata installazione sulle aree di risulta di un maxi-tendone per il mercatino di Natale, struttura che andrebbe a sottrarre almeno 800 posti auto, ossia un terzo dei parcheggi oggi disponibili nell'area, creando non pochi disagi all'intero territorio». 04/12/2008 12.08