4 mln di euro per studenti ricercatori. La sfida che parte dell'Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

712

L'AQUILA. Questa mattina alle ore 11.00 presso la Facoltà di Ingegneria si svolgerà l'inaugurazione del Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Matematica, organizzato dal consorzio internazionale MathMods, guidato dall'Università dell'Aquila.
Parteciperanno gli ambasciatori di Indonesia e Messico e le
rappresentanze diplomatiche di Camerun, Colombia, Lesotho, Moldova,
Nigeria, Ucraina, La Commissione Europea ha ritenuto questo consorzio meritevole di un finanziamento di 4 milioni di euro, per lo più destinati a borse di studio per studenti e ricercatori.
Per rappresentare a livello mondiale il modello dell'Università
Europea, nel 2004, con il programma Erasmus Mundus, la Commissione
Europea ha dato il via alla creazione di 103 lauree specialistiche da
parte di consorzi universitari che coinvolgessero almeno tre diversi
Paesi dell'Unione Europea. L'ambito marchio Erasmus Mundus è stato
attribuito a 103 consorzi selezionati da un'apposita agenzia della
Commissione Europea, con l'obiettivo di coprire tutte le diverse aree
dell'istruzione universitaria: sanitaria, scientifico-tecnologica, sociale e umanistica. Solo 9 consorzi sono a coordinamento italiano e tra questi, quello guidato dall'Università dell'Aquila attraverso la Facoltà di Ingegneria ed il Dipartimento di Matematica Pura ed Applicata, è risultato l'unico del sud Italia.
MathMods (Mathematical Modelling in Engineering: Theory, Numerics,
Applications), il consorzio diretto dall'Università dell'Aquila, riunisce l'Università Autonoma di Barcellona (Spagna), il Politecnico di Danzica (Polonia), l'Università di Amburgo (Germania), l'Università di Nizza – Sophia Antipolis (Francia) e rilascia congiuntamente la laurea specialistica in Ingegneria Matematica.
MathMods offre un corso di studi, tenuto interamente in lingua
inglese, che unisce il rigore delle conoscenze teoriche che si
sviluppano durante il primo anno di corso, agli sbocchi applicativi
del secondo, diversificati in relazione alle eccellenze delle varie
Università coinvolte. Ad esempio, vengono studiate le applicazioni
della matematica alla biologia e ai mercati finanziari; tra gli
indirizzi offerti, ci sono quelli che riguardano modelli matematici
per dispositivi elettronici e nanotecnologie, la TAC e il traffico
autostradale.
Per il ciclo accademico 2008/2010, il consorzio ha già ricevuto oltre
600 domande di ammissione da ogni parte del mondo ed ha selezionato 27
studenti con nazionalità di ben 19 Paesi diversi (Camerun, Cina,
Colombia, Germania, Indonesia, Iran, Italia, Lesotho, Messico,
Mongolia, Moldova, Montenegro, Nigeria, Pakistan, Filippine, Russia,
Serbia, Thailandia, Ucraina). Durante il primo anno, ogni studente
trascorrerà un semestre a L'Aquila ed un altro a Nizza. La sede per il
secondo anno cambierà invece a seconda dell'orientamento prescelto.
Per il quinquennio 2009-2013, la Commissione Europea ha confermato il programma Erasmus Mundus, quadruplicandone il budget. Varie saranno le novità, tra cui il finanziamento di consorzi che intendano offrire un corso di dottorato di ricerca congiunto e la possibilità per i
consorzi di coinvolgere, nel rilascio dei titoli congiunti, anche importanti istituzioni extra-europee.


02/12/2008 8.43