Febbo: «Per i debiti di Eurobasket 2007 pignorata indennità di Aimola»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1715

Febbo: «Per i debiti di Eurobasket 2007 pignorata indennità di Aimola»
CHIETI. Da ieri mattina l'intera indennità di funzione percepita da Umberto Aimola nella sua veste di assessore e vice presidente della Giunta provinciale di Chieti è stata sottoposta a pignoramento.
Il provvedimento fa seguito al mancato pagamento ad una ditta di Chieti dei lavori che quest'ultima ha eseguito presso il Palatricalle di Chieti in occasione dei Campionati europei di pallacanestro
femminile Chieti 2007.
Ne dà notizia Mauro Febbo, che da mesi sta portando avanti una campagna per fare chiarezza e gettare una luce sulla gestione dell'Eurobasket e dei prossimi Giochi del Mediterraneo.
Febbo nei mesi scorsi aveva parlato di «buco milionario», «Cud falsi e affitti d'oro». Poi ancora «assunzione di parenti ed amici». Aimola aveva respinto ogni accusa parlando di «invenzioni del capogruppo di An alla Provincia: un vero e proprio procurato allarme» destinato a
sgonfiarsi.
Mentre decine e decine di fornitori aspettano di essere pagati e i conti non tornano, insomma, gli organi amministrativi hanno sempre ostentato tranquillità e assicurato che è «tutto sotto controllo».
Secondo Febbo, però, la manifestazione di pallacanestro, che sotto il profilo sportivo si è rivelata «un evento di altissimo livello», ha lasciato dietro di sè «uno strascico di debiti ed inadempienze che avrà conseguenze ancora per molto tempo anche sulle tasche dei cittadini, in barba alle rassicurazioni fornite pubblicamente dallo stesso Aimola».
In tutto questo mancherebbero ancora all'appello anche 500.000 euro che la Provincia dovrebbe versare per ripianare almeno una piccola parte dei debiti lasciati da Chieti 2007.
La situazione, continua Febbo, non va meglio nemmeno per quanto riguarda il Cus di Chieti: «lì c'è una situazione altrettanto difficile e i dipendenti sono ancora senza stipendio, da mesi, nonostante le promesse del presidente Mario Di Marco».
Questo spinge Febbo a chiedere che si proceda «al più presto» al Commissariamento del Comitato dei Giochi del Mediterraneo Pescara 2009.
«La gestione dei campionati europei di Chieti 2007 e del Cus Chieti», chiude il consigliere, «dimostrano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la necessità di rimuove il professor Di Marco dall'incarico, peraltro strapagato, di direttore generale di Pescara 2009».

21/11/2008 14.13

AIMOLA:«SOLO UNA MOSSA ELETTORALE»

Quando la vicenda sembrava vicina al suo epilogo, tutto rischia di tornare in alto mare per questa iniziativa di un creditore e soprattutto per il ricorso contro la nomina del liquidatore.
L'imprenditore che ha chiesto il pignoramento, assistito dall'avvocato Fusella, ha chiesto in sostanza di garantirsi il suo credito per i lavori fatti e non pagati.
Ma la nomina dell'avvocato Giancarlo Tittaferrante come liquidatore serviva appunto ad assicurare la par condicio di tutti quelli che dovevano essere pagati, completamente o con transazioni: sia imprenditori che privati cittadini.
Invece è stato proposto ricorso anche contro la nomina del liquidatore e se ne discuterà in un'udienza già fissata per il 25 di questo mese.
E sempre entro fine mese scadono i 30 giorni previsti per l'inizio dei pagamenti così come decisi dal liquidatore, che ha presentato al giudice la sua relazione sui debiti e sui crediti del Comitato.
Pronti per la riscossione anche i 5 milioni di euro di contributo erogati dalla Regione. Raggiunto telefonicamente, Umberto Aimola non si nega a commentare questo pignoramento: «Chiedere il sequestro di 1/5 del mio stipendio mi sembra più una mossa elettoralistica che altro – spiega – se An non ha altri argomenti che mettere in pubblico vicende private e personali, vuol dire che è messa proprio male. Io mi auguro che aver chiesto la nomina di un liquidatore possa accelerare i pagamenti dovuti. Se qualcuno rema contro e non vuole che chi aspetta sia pagato, se ne assuma la responsabilità».

21/11/2008 15.49


[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=17568]AIMOLA: NESSUN BUCO[/url]