Lafarge cede cemento e calcestruzzo per 290 mln di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1919

PESCARA. La società Lafarge annuncia la cessione dell'intera attività cemento e calcestruzzo in Italia al Gruppo Italiano Sacci, per un valore di 290 milioni di euro.
L'operazione in questione è parte integrante del programma di
disinvestimenti che il Gruppo francese sta realizzando.
La cessione sarà annunciata nei prossimi giorni all'autorità antitrust
e il processo sarà definitivamente concluso prima della fine
dell'anno.
Lafarge è presente nel mercato italiano nel settore del Cemento e del
Calcestruzzo dal 1996. Gestisce due cementifici, in Lombardia e in
Abruzzo con una capacità totale di produzione di 1.2 Megaton; 13
impianti di calcestruzzo e tre cave in Abruzzo e 4 terminali lungo le
zone costiere.
Nel 2007 Lafarge ha realizzato una cifra d'affari di 116 milioni di
Euro dalle sue attività e un Ebitda di 18 milioni.
Sacci, invece, è un'azienda familiare di proprietà italiana con sede a
Roma e circa 550 collaboratori. Opera sull'intero territorio nazionale
con 3 cementifici, un impianto di macinazione e 31 impianti di
calcestruzzo e con partecipazioni in società di trasporti e di energie
rinnovabili.
Nei mesi scorsi la società aveva investito 2 milioni di euro per opere
pubbliche nella città di Pescara a seguito di un contratto firmato con
il Comune. Sul cementificio, invece, più volte è imperversata la
polemica e la richiesta di delocalizzare la struttura.
Con 90.000 addetti in 76 paesi il Gruppo Lafarge ha realizzato nel
2007 un fatturato di 17,6 miliardi di Euro ed un reddito netto pari a
1,9 miliardi di Euro.

07/11/2008 8.40

[url=http://www.primadanoi.it/search.php?query=lafarge&mid=6&action=showall&andor=AND]TUTTO SU LA FARGE IN ABRUZZO[/url]