Sindacati di polizia contro il questore: «scarsa considerazione»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1123

PESCARA. Le segreterie provinciali delle organizzazioni sindacali Siulp, Sap, Siap, Silp-Cgil, Uilps, Fsp-Ugl, Consap e Coisp-Up hanno interrotto le relazioni sindacali con il questore Cecere e hanno proclamato lo stato d'agitazione.
A questa conclusione i sindacati sono arrivati «dopo aver constatato la scarsa considerazione del questore in merito alle periodiche e ripetute osservazioni sul mancato rispetto delle materie contrattuali, che incidono sui diritti dei singoli dipendenti».
L'atteggiamento del Questore Cecere, giudicato dai sindacati «indifferente sin dal suo insediamento alle problematiche sia gestionali che professionali si rifletterà negativamente sul piano dell'efficienza e dell'efficacia dei servizi di prevenzione e di controllo del territorio».
Se la situazione dovesse rimanere invariata, secondo gli agenti, a pagarne le spese sarà «chi chiede una maggiore sicurezza per la cittadinanza, sino ad oggi garantita esclusivamente dallo spirito di
servizio e dal senso di abnegazione dei singoli operatori di tutti gli uffici».
«Tanti», spiegano le sigle, sono gli agenti che attendono il pagamento di ore di lavoro straordinario effettuato dal 2003 ad oggi, così come risultano inapplicate le norme in materia di sicurezza sul lavoro.
«Ritenendo ciò sintomatico del mancato riconoscimento del ruolo e delle funzioni del sindacato», fanno sapere i rappresentanti che preannunciano quindi la programmazione di future manifestazioni
pubbliche di protesta.

06/11/2008 14.27