La Polizia Provinciale adotta il sistema LoJack contro i furti di veicoli

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

755

TERAMO. La Polizia Provinciale si servirà dell’innovativa tecnologia LoJack per il rilevamento e recupero di auto, moto, camion rubati.


Il sistema vanta una percentuale di veicoli recuperati del 90%. Nel 2006 in Abruzzo sono stati rubati 2.715 veicoli, le statistiche ufficiali del 2007 non sono ancora state rese pubbliche dal Ministero dell'Interno, ma si calcola che in Italia circa 500 auto al giorno vengano sottratte ai legittimi proprietari; di queste poco più della metà sono recuperate.


A fronte di questo fenomeno la Polizia Provinciale ha scelto di utilizzare la tecnologia wireless ad alta frequenza dell'azienda americana, già adottata dalle Forze dell'Ordine di grandi città in tutto il mondo.

Su alcune pattuglie sono state installate gratuitamente le speciali unità “Vehicle Tracking Computer” (VTC) LoJack, che permettono di rintracciare direttamente e in tempo reale i veicoli rubati dotati del sistema LoJack, seguendo il segnale emesso dall'apposito dispositivo nascosto al loro interno.
Il dispositivo in radio frequenza si può nascondere in oltre 20 o 25 diversi posti all'interno della propria automobile. Ogni dispositivo ha un proprio codice di identificazione univoco. In caso di furto basterà una denuncia alle Forze dell'Ordine e contestualmente verrà aperta una chiamata al Customer Service LoJack che attiverà le procedure per il ritrovamento. Il sistema verrà attivato e comincerà a trasmettere un segnale silenzioso in radio frequenza. Le forze dell'ordine equipaggiate con il LoJack Vehicle Tracking Computer (VTC) riceverà il segnale e si attiverà per il recupero. La tecnologia LoJack è basata su un sistema in radio frequenza difficilmente schermabile e il segnale può essere ricevuto anche se l'auto si trova all'interno di garage sotterranei, infrastrutture in cemento armato o container in metallo.
03/11/2008 11.36