Febbo (An): «su Eurobasket aspetto che mi querelino così vedremo…»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1274

CHIETI. Eurobasket 2007: Mauro Febbo, capogruppo An alla Provincia e prossimo candidato alla Regione, rilancia le accuse ad Umberto Aimola, ex presidente del Comitato organizzatore.
«Le sue dichiarazioni sono infantili e tese solo a tranquillizzare – ha detto Febbo – ma non è vero niente: i soldi non arriveranno ai giovani che aspettano perché sono vincolati alle infrastrutture, i Cud sono falsi, il buco c'è: non sarà forse di 18 milioni, ma sicuramente è di 12, più gli interessi e le spese delle ingiunzioni. Lo conferma indirettamente il liquidatore che sta proponendo alle ditte transazioni al 40%. Proprio i 5 milioni della Regione rispetto ai 12 di debito».
E' un fiume in piena il capogruppo di An che promette di continuare la sua battaglia anche dopo le elezioni.
«Il 3 dicembre», dice, «scenderò in piazza per entrare nel merito delle questioni – dichiara – finora ho chiesto trasparenza negli atti e criticato i ritardi, poi entrerò nel merito degli sprechi, dalla pubblicità agli incarichi professionali che ci sono stati».
E poi la provocazione ripetuta più volte: «Aspetto di essere querelato, così il problema diventa penale e avrò l'accesso a tutti gli atti per diritto alla difesa – ha continuato Febbo – il problema è che io non parlo a vanvera, ma con i documenti alla mano. Documenti che sono stati spediti alla Magistratura, ai Carabinieri, alla Finanza, alla Corte dei Conti. Spero che qualcuno si muova».
E poi un attacco diretto al Cus di Mario Di Marco, sia per la sua gestione del Centro universitario sportivo, sia per la sua presenza nel Comitato di Pescara 2009.
Per il Cus: «Stipendi non pagati da sei mesi, contributi previdenziali non versati così come le ritenute d'acconto – ha specificato Febbo – e per i Giochi del Mediterraneo 2009 ho scritto all'architetto Fontana, commissario delegato dal Governo, al presidente del Coni, all'onorevole Sabatino Aracu, che presiede il Comitato organizzatore, ed al Rettore Franco Cuccurullo. A proposto della d'Annunzio: è ora che si svegli e che faccia sentire la sua voce».
In realtà l'Università si è mossa con la decisione del Senato accademico del 14 ottobre di uscire dal Comitato Eurobasket, anche se il Comitato era già stato sciolto il 3 precedente.
Ed è da sottolineare la motivazione del Senato che chiarisce in modo inequivocabile che il Comitato non ha personalità giuridica e quindi eventuali responsabilità per i buchi saranno solo a carico di chi ha ordinato i lavori e prodotto il buco milionario. «Intanto posso annunciare che lunedì tre ditte faranno ricorso contro la nomina del liquidatore, che i crediti Iva non ci saranno così come i 500 mila euro promessi dal presidente Coletti. E ai giovani non dite che il soldi sono in arrivo. Purtroppo non è così», ha concluso Febbo.
Sebastiano Calella 31/10/2008 10.22