Giochi del Mediterraneo: «che fine hanno fatto le opere programmate?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1458

Giochi del Mediterraneo: «che fine hanno fatto le opere programmate?»
CHIETI. Mario Colantonio, consigliere comunale di An, ha inoltrato ieri una interrogazione a risposta orale sulla rendicontazione degli interventi infrastrutturali per il Villaggio atleti per i Giochi del Mediterraneo 2009.
Si riaccende nuovamente l'attenzione della politica sui Giochi. Adesso
il centrodestra chiede al sindaco Francesco Ricci di illustrare lo
stato dei lavori, nei dettagli. Cosa è stato fatto? E soprattutto,
cosa manca all'appello? Secondo il consigliere di An Colantonio,
sarebbero diverse le opere annunciate non portate a compimento, almeno fino ad adesso. E dal momento che mancano appena 8 mesi all'inizio dell'evento sale la preoccupazione.
«Non risultano visibili e né in corso di realizzazione», si legge
nell'interrogazione, «il potenziamento della rete idrica, la
realizzazione rete fognaria, il potenziamento della rete d'approvvigionamento elettrico». Mancherebbero all'appello anche «i
parcheggi a raso, il sistema viario secondario, i raccordi stradali al
sistema viario primario e gli edifici destinati a pubblici servizi».
Così come «non risulta ancora la progettazione esecutiva relativa al
sottopasso o struttura alternativa su Via dei Vestini che dovrebbe
fungere da punto di congiunzione tra il Campus Universitario ed il
Villaggio atleti, finalità urbanistica primaria che ha giustificato
tutta l'operazione Villaggio».
«Allo stato attuale», scrive ancora Colantonio, «sono ben visibili,
sulle aree interessate all'insediamento pseudo sportivo gli imponenti
complessi residenziali e gli uffici vendita appartamenti». Cosa ne è
stato di tutto il resto?
Il consigliere comunale chiede inoltre di sapere se siano state
quantificate le somme e gli importi necessari alla realizzazione di
tutte le infrastrutture primarie e secondarie, di servizio al
complesso in costruzione e se sono state inviate alla Regione Abruzzo
le progettazioni relative ed i costi necessari, unitamente alle
richieste di erogazione dei Finanziamenti pubblici.



22/10/2008 9.36