«Fermate la costruzione del Ponte del Mare»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2966

«Fermate la costruzione del Ponte del Mare»
PESCARA. «Il Ponte del Mare è il monumento all'inutilità, un ponte che non avrà alcuna funzione, che non contribuirà a snellire il traffico cittadino e che non potrà essere fruito dai disabili».
Leopoldo Rossini, esponente del movimento politico Alleanza
Federalista, non ci va sul leggero quando parla della mastodontica
opera in via di costruzione voluta dall'amministrazione D'Alfonso.
«La struttura, così come concepita – ha continuato l'ingegner Rossini
– rappresenta solo uno sperpero di denaro e non assolve ad alcuna
funzione».
E Rossini sviscera tutti i numeri che dovrebbero, secondo lui, far
riflettere: «la pendenza massima dell'8% lo rende praticamente
inaccessibile sia per le persone diversamente abili, costrette sulla
carrozzella, che per le mamme con al seguito passeggini, i 14,5 metri
che lo distanziano dal suolo, invece, indicano che quando soffierà il
vento (facilmente prevedibile a 15 metri di altezza dal suolo) la
struttura avrà un'oscillazione tale che la renderà percorribile solo a
pochissimi avventurosi».
Per Rossini, solo se l'amministrazione comunale lo volesse, «sarebbe
ancora in tempo per fermare un simile mostro e trasformare la
struttura in ponte veicolare escluso ai mezzi pesanti, «creando così
una logica continuità fra le due sponde del fiume Pescara».
L'opera, costata diversi milioni di euro, è in fase di realizzazione e
per il mese di aprile del 2009 dovrebbe essere terminata.
Ma Rossini attacca anche lo "sventramento" della piazza della
Madonnina: «era stata inaugurata dallo stesso D'Alfonso solo qualche
mese fa. A quanto pare», chiude l'esponente di Alleanza Federalista,
«l'unico interesse dell'amministrazione comunale è quella di rendere
immortale la stessa figura del sindaco D'Alfonso creando ad hoc dei
veri e propri monumenti al suo operato».

21/10/2008 10.11