Pineto, il sindaco incontra gli operai di Colaprico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

781

PINETO. Il sindaco del Comune di Pineto Luciano Monticelli ha ricevuto ieri mattina in municipio una delegazione degli operai della ditta Colaprico di Notaresco.
La ditta lavorava nel settore della componentistica per auto e che ha chiuso i battenti nello scorso mese di luglio.
All'incontro erano presenti una decina di operai, Antonio Liberatore dirigente provinciale della Cisl, il funzionario del Comune Mario Di Simone e l'assessore al personale Daniele Costantini. La delegazione ha esposto al primo cittadino la difficile situazione in cui versano gli operai che da 5 mesi non percepiscono uno stipendio.
Molti hanno un muto a carico, per altri era l'unico reddito certo. Per sopravvivere c'è chi è costretto a dei lavori saltuari in attesa che dalla Colaprico arrivino delle schiarite che però appaiono lontane.
La situazione prospettata al primo cittadino pinetese, infatti, è assolutamente drammatica.
«Nelle prossime ore il mio impegno più immediato», ha spiegato il sindaco Monticelli, «sarà quello di contattare la proprietà della ditta Colaprico che un tempo aveva la sua sede all'ingresso nord di Pineto, prima di trasferirsi a Notaresco. Molti dunque i pinetesi che hanno lavorato per questa azienda e che oggi sono senza lavoro e senza stipendio. Chiederò alla proprietà di fare qualcosa, di assicurare un minimo aiuto a queste famiglie. Inoltre mi attiverò su altri canali per cercare di trovare soluzioni diverse».
La delegazione di operai ha lasciato il Palazzo Municipale fiduciosa in una pronta risposta da parte della proprietà della ditta in seguito all'intervento del sindaco Monticelli.
C'è il timore, però, che l'azienda venga dichiarata fallita. Sarebbe già stata avviata la procedura per il fallimento e una risposta da parte del tribunale è attesa per il 4 novembre prossimo.


09/10/2008 9.20