Progetti Integrati Territoriali, a Sulmona-Alto Sangro quasi 6 mln di euro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

879

SULMONA. Presentato a Palazzo Mazara il piano d’azione dei PIT per l’ambito Valle Peligna-Alto Sangro.
Ai 30 comuni del comprensorio oltre 3 mln di euro per valorizzazione dei territori montani e fotovoltaico. In tutto, 6 mln di euro, con più fondi per le piccole e medie imprese.
Un percorso integrato di interventi per scommettere, attraverso l'asse pubblico-privato, sul turismo come leva di sviluppo di un'unica grande territorialità.
É il leit-motiv dei Progetti Integrati Territoriali dell'ambito Sulmona-Alto Sangro, uno dei tre comprensori della Provincia dell'Aquila a beneficiare dei programmi d'intervento per lo sviluppo locale attraverso le risorse assegnate dalla Unione Europea alla Regione. Ieri la presentazione alla stampa dei numeri del piano, portato a conclusione dalla Provincia in un mese di riunioni del tavolo di partneriato che ha coinvolto quasi 200 soggetti, dal 21 agosto alla votazione all'unanimità del documento finale il 30 settembre scorso.
Ad illustrare il percorso, la presidente della Provincia, Stefania Pezzopane, l'assessore provinciale al Turismo, Teresa Nannarone, i presidenti delle Comunità Montane Peligna e dell'Alto-Sangro, Antonio Carrara ed Ernesto Paolo Alba, e il project manager, Antonio Manna. In tutto, 19 milioni di euro le risorse che andranno alla provincia aquilana, per mezzo della Regione, forse già entro l'anno: di questi 5milioni 148mila (più il cofinanziamento) saranno destinati alla macroarea Sulmona -Alto-Sangro, e spalmati tra risorse ad enti pubblici e privato su tre assi di intervento: energia rinnovabile, valorizzazione dei territori montani, innovazione delle piccole e medie imprese. Ambiente, turismo ed energia, gli indirizzi di una pianificazione che mira a mettere in sinergia Valle Peligna e Alto Sangro per migliorare l'attrattività del territorio, consolidarne l'immagine turistica e innovare il sistema produttivo locale.
«Sono molto soddisfatta dell'accordo raggiunto- ha detto l'assessore provinciale al Turismo, Teresa Nannarane- perché mette una fetta consistente di finanziamenti, 3mln di euro, a servizio dei comuni, per progetti di fotovoltaico destinati agli edifici scolastici e per la valorizzazione dei territori montani. Mentre i trenta comuni coinvolti hanno dovuto optare per una scelta, Sulmona ha avuto la doppia possibilità di inserirsi in entrambi, e per la valorizzazione interna, è stato scelto il Parco Augusto Daolio per 110mila euro di risorse disponibili».
In più, molti i progetti presentati da unioni di comuni, come la Valle del Sagittario che beneficerà di 458.732mila euro per la valorizzazione turistica, o quello altosangrino, con la prospettiva di unire e far comunicare queste due grandi aree.
Un accordo raggiunto con concretezza e praticità che permette di avere una celerità nell'intervento, e anche più chance di fondi per i privati, è stata la valutazione della presidente della Provincia Stefania Pezzopane, per la quale «si tratta di una scelta coraggiosa fatta dal tavolo di lavoro che permetterà di sostenere i progetti delle piccole e medie imprese che vorranno innovare, risultato importante per un territorio come questo, e che potranno inserirsi, attraverso le cospicue risorse messe in campo, anche nei progetti degli enti pubblici».
Sono 2mln 611mila euro i fondi a disposizione per il settore privato. Nei prossimi giorni, saranno interpellati i patners privati e le loro associazioni di rappresentanza per definire i criteri e mettere a punto i bandi.

Angela di Giorgio 07/10/2008 14.24