Gtm, esposto alla Procura. «Ecco chi sono i vincitori»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

7613

PESCARA. Un esposto anonimo, inviato alla Procura di Pescara, indica con nome e cognome gli otto vincitori del prossimo concorso della Gtm. * SANGRITANA: UNA CARTA DEI SERVIZI DALLA PARTE…. DELL'AZIENDA

PESCARA. Un esposto anonimo, inviato alla Procura di Pescara, indica con nome e cognome gli otto vincitori del prossimo concorso della Gtm.



* SANGRITANA: UNA CARTA DEI SERVIZI DALLA PARTE…. DELL'AZIENDA


«Secondo gli accordi politici raggiunti all'interno dell'azienda tra dirigenti e referenti politici», si legge nel documento, «questi saranno gli otto vincitori».
E giù la lista completa dei nuovi assunti a tempo indeterminato che tra pochi giorni dovranno sostenere il concorso. Tutte persone, così come voluto dal bando, che già lavorano nell'azienda ma che sono precari.
Allegati all'esposto (di un sedicente dipendente della Gtm) anche alcuni articoli di PrimaDaNoi.it di qualche settimana fa dove si scriveva di malumori per queste selezioni pubbliche. A lamentarsi erano i sindacati che avevano presentato una denuncia alla procura perché i bandi risultavano scritti non correttamente. Ad esempio, per l'assunzione dei meccanici non era prevista alcuna prova pratica per la valutazione delle capacità tecniche necessarie o per il concorso per geometra erano esclusi quelli in possesso di una laurea in ingegneria. Inoltre l'annuncio del concorso era stato inserito solo all'interno del sito internet dell'azienda e non c'era traccia su giornali o riviste. Dopo quell'articolo, l'azienda modificò in parte i bandi  ma non sono mai scemate le voci che indicano con precisione chi saranno gli undici fortunati.
Adesso cosa succederà?
L'esposto è arrivato anche in Gtm. Adesso l'azienda è a conoscenza del toto-vincitori e assicurano che sarà tutto regolare e non c'è nessuna combine.
Le selezioni ci saranno il 6 ed il 7 ottobre. Solo allora sapremo se le qualità “divinatorie” dell'anonimo estensore saranno tali oppure si sarà sbagliato di grosso…

02/10/2008 9.02

[pagebreak]

SANGRITANA: UNA CARTA DEI SERVIZI DALLA PARTE…. DELL'AZIENDA

LANCIANO. L'Arco, associazione che tutela i diritti dei consumatori, dopo un attento esame della Carta dei Servizi della Sangritana, non ritiene che l'azienda abbia rispettato la legge ed il Codice al Consumo.
Un caso che non è isolato ma che secondo l'associazione è una costante delle aziende del settore: scarsa attenzione ai bisogni degli utenti e poca concertazione con le associazioni di categoria.
In particolare, secondo l'associazione, la Sangritana non avrebbe rispettato le regole «che le impongono di dichiarare in modo trasparente gli impegni che intende assumersi con i cittadini per garantire efficienza e la qualità del servizio».
La carta, inoltre, è «piena di descrizioni su generiche buone intenzioni», ma quando si arriva agli indicatori di qualità che si esprimono in numeri, «ci si accorge che non esistono riscontri sulla loro veridicità in termini di controlli certificabili e soprattutto che non esiste nessuna voce che ci illustri quali azioni l'azienda si obbliga ad attivare in caso di mancato rispetto degli impegni presi».
Alla voce corse soppresse viene associato un 2%, per la pulizia si certifica il passaggio degli addetti 1 volta al giorno. 1 volta al mese, invece, si tiene la pulizia "radicale". E poi ancora 5 milioni di denunce, 5% di mezzi con pedana per disabili, 3 milioni di passeggeri feriti in modo lieve e nessuno in modo grave. Arco bacchetta la società di trasporti e la invita a tenere un comportamento «profondamente diverso, permeato della cultura della partecipazione, dell'ascolto e del controllo da parte dei cittadini» e di cambiare «con urgenza» l'atteggiamento nei confronti degli utenti «che noi riteniamo essere stato fino ad oggi, univoco ed autoritario, per rispondere invece in termini costruttivi ai dettati di legge e tale da poter garantire la serietà di un vero bilancio etico».

02/10/2008 10.16