Pineto, il sindaco vigila sul Vomano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

975

PINETO. E' stata convocata per il 25 settembre prossimo dal sindaco di Pineto Luciano Monticelli la conferenza di servizi per affrontare la problematica riguardante il fiume Vomano e il rilascio delle acque dalla diga che alimenta la centrale elettrica di Montorio.


Il primo cittadino pinetese ha invitato all'importante incontro il presidente della Provincia Ernino D'Agostino, l'assessore ai lavori pubblici provinciale Giulio Sottanelli, il dirigente di settore l'ingegner Agreppino Valente, il dirigente del Consorzio di Bonifica Nord del Bacino Tordino-Vomano Fabrizio Cantucci, il responsabile dell'Enel Produzione Spa dell'Unità di business idroelettrica ingegner Luciano Chiti.
«Come è noto», ha spiegato Monticelli, «il comune di Pineto ha subito ancora una volta nel corso dell'estate gli effetti devastanti causati dai rilasci della centrale Enel di Montorio. Tuttavia è nostra intenzione trovare una soluzione definitiva all'annoso problema attraverso una programmazione più oculata della produzione dell'impianto della società Enel, in particolar modo della gestione del rilascio delle acque nel fiume Vomano».
L'obiettivo della conferenza dei servizi è quello di raggiungere un accordo e di stipulare un protocollo d'intesa per disciplinare il rilascio delle acque dalla centrale di Montorio.
Intanto, il sindaco Monticelli ha assicurato che porterà avanti la battaglia relativa alla tutela del fiume Vomano, dopo la scoperta nei giorni scorsi di una decina di discariche abusive e di un corso d'acqua che sverserebbe delle sostanze inquinanti nello stesso fiume.
«Adesso non bisogna abbassare la guardia», ha concluso il capo della giunta municipale di Pineto, «è necessario procedere in una determinata direzione per scovare chi attenta alla salute del Vomano.
Personalmente ritengo che si debba procedere con la chiusura al transito dei mezzi della strada che costeggia il fiume. Abbiamo l'opportunità di creare un'oasi naturalistica, di realizzare un percorso ciclo-pedonale per ammirare la bellezza del Vomano. Dico quindi che bisogna sfruttare tutto questo. Mi rivolgo infine al Prefetto affinché crei un tavolo di confronto tra tutti i sindaci di quei comuni che sono attraversati dal Vomano per elaborare delle strategie comuni a tutela del corso d'acqua, definendo anche i termini di bonifica delle aree trasformate in discariche abusive».

20/09/2008 11.37