Pineto, approvato il progetto per Calvano, Foggetta e Cerrano

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1036

PINETO. Approvato dal Comune di Pineto il progetto per la messa in sicurezza di tre corsi d’acqua: il Calvano, il Foggetta e il Cerrano.
Si tratta di un'opera voluta in modo particolare dalla Provincia e finanziata con fondi regionali. La spesa complessiva è di oltre 750 mila euro, fondi che verranno ridistribuiti per la sistemazione dei tre torrenti.
«Degli interventi per la messa in sicurezza, ad esempio del torrente Calvano», ha spiegato il vice sindaco Robert Verrocchio, «sono stati già eseguiti grazie da un precedente stralcio del progetto elaborato dall'amministrazione provinciale e che noi per competenza di territorio abbiamo approvato».
Si tratta della sistemazione di “gabbionature” per rinforzare gli argini e garantire un regolare deflusso delle acque in caso di violenti temporali. «I lavori», sottolinea Verrocchio, «non prevedono affatto la cementificazione degli alvei. Ma si procederà con soluzioni compatibili con l'ambiente e che garantiranno la massima sicurezza».
Oltre alle gabbie metalliche riempite con grosse pietre a protezione dell'alveo, il progetto prevede anche la piantumazione di arbusti che impediranno la crescita di tutte quelle erbacce e piante definite “infestanti”, come per esempio, le canne che hanno rappresentato sempre un problema e che sono state una delle principali cause di esondazione dei corsi d'acqua.
«Le nuove soluzioni», ha aggiunto il vice sindaco, «impediranno infatti lo sviluppo degli infestanti mantenendo di fatto il corso d'acqua pulito e comunque abbellito con arbusti. Per quanto riguarda il torrente Cerrano, in questo caso interverremo in collaborazione con il comune di Silvi, tenuto conto del fatto che questo corso d'acqua è proprio a confine con i due territori. Nel complesso si tratta di opere necessarie. Pineto nel 1999 ha vissuto una drammatica esperienza quando ci fu l'alluvione con danni ingenti per molte famiglie».
Per quanto riguarda i lavori, la Provincia ha già provveduto ad appaltare le opere che andranno avanti nei prossimi mesi e per un periodo di circa 6 mesi.
18/09/2008 14.19