Angelini: gli stipendi non arrivano, i dipendenti lasciano l'auto in garage

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1449

PESCARA. Ieri si è tenuta l'assemblea dei lavoratori dei centri San Stef A.R. di Pescara e Montesilvano per discutere la grave situazione che stanno vivendo in quanto non ricevono lo stipendio dal mese di giugno.
Niente busta paga e i lavoratori hanno deciso di attuare una singolare protesta.
La conferma è arrivata ieri: al termine della riunione sindacale gli stessi lavoratori hanno conferito mandato alle organizzazioni Cgil e Cisl della funzione pubblica di Pescara di preannunciare formalmente l'interruzione dell'uso dei mezzi di trasporto propri per effettuare i trattamenti domiciliari ai pazienti.
Uno stop che partirà da lunedì prossimo, 15 settembre 2008, e che creerà non pochi disagi, sia ai lavoratori che ai pazienti.
Infatti, a causa della mancata regolarità nella corresponsione dello stipendio gli operatori della San Stef non possono permettersi il «lusso» di anticipare le spese di carburante e sono costretti a cercare mezzi alternativi Così da lunedì prossimo i lavoratori si recheranno in clinica e, dopo aver registrato la rispettiva presenza, andranno a casa dei pazienti a piedi o in autobus.
«Chiaramente», spiegano, «si allungheranno i tempi di percorrenza che graveranno sul numero di prestazioni previste».
Questa azione sarà portata avanti fino a quando non saranno stati versati tutti gli stipendi.

13/09/2008 10.19