Abbandono di rifiuti pericolosi, denunciati Sangritana e Di Lorenzo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4015

SANT'EUSANIO DEL SANGRO. La Forestale di Casoli e Atessa ha denunciato oggi alla Procura della Repubblica di Lanciano per abbandono di rifiuti in località S. Lucia di Sant' Eusanio del Sangro, Loredana Di Lorenzo, 53enne di Francavilla al Mare, presidente del Cda della Sangritana di Lanciano.
Dopo una segnalazione di alcuni cittadini i Forestali sono intervenuti, nei giorni scorsi, presso la Stazione Ferroviaria dismessa di S. Lucia. Lì è stata riscontrata la presenza di tre grossi trasformatori per trazione elettrica, abbandonati da diversi anni, assieme ad altri rifiuti di natura elettrica.
Tra l'altro, dal trasformatore più grande era fuoriuscito dell'olio di raffreddamento che, infiltrandosi nel terreno sottostante, probabilmente ha procurato un nocivo inquinamento del sottosuolo.
Pertanto, è stata sporta denuncia a carico della responsabile della Società Ferroviaria che gestisce l'impianto. Il reato ipotizzato è abbandono di rifiuti pericolosi e non sul suolo e omissione di attuazione delle procedure previste dal Decreto Ambientale del 2006 in materia di bonifica di siti inquinati.
«E' pericolosissimo», ha dichiarato il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato Piero Di Fabrizio, «abbandonare trasformatori elettrici sul suolo senza le opportune precauzioni. I liquidi di raffreddamento sono composti da sostanze molto inquinanti per i loro effetti cancerogeni, soprattutto se infiltrandosi nelle falde acquifere raggiungono la catena alimentare animale».
Si è proceduto, poi, oltre che ad attivare tutti gli organi competenti per le operazioni di bonifica, ad interessare l'Agenzia Regionale per la Tutela dell'Ambiente di Chieti per l'esecuzione di prelievi e campionamenti che serviranno a valutare l'entità dell'inquinamento.
Alla Società ferroviaria sarà notificata anche una sanzione amministrativa variabile da € 15.500 a € 93.000, per non aver tenuto correttamente i registri di carico e scarico dei rifiuti pericolosi posseduti.


02/08/2008 15.33