Parco Nazionale d’Abruzzo, firmato il contratto integrativo

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3312

PESCARSSEROLI. In base al contratto nazionale, gli enti pubblici e quindi gli enti parco, devono sottoscrivere con le organizzazioni sindacali di rappresentanza del personale, contratti di tipo aziendale, diretti a migliorare il trattamento economico base e a incrementare la produttività dei lavoratori.
Nell'ente parco questo non è praticamente mai avvenuto e, quando si è riusciti a farlo, lo si è fatto sempre con molto ritardo, a consuntivo e tra polemiche, insoddisfazioni e contenziosi.
Nei giorni scorsi, invece, il 29 luglio e nei termini previsti, è stato sottoscritto tra l'ente parco e le organizzazioni sindacali il Contratto integrativo di lavoro per l'anno 2008.
Cuore del contratto è rappresentato dalla quantificazione e utilizzazione del fondo per i trattamenti accessori. La cosiddetta produttività verrà assegnata la personale in gran parte sulla base di specifici progetti, individuati attraverso apposite schede.
Il grado di raggiungimento degli obiettivi stabiliti nei progetti permetterà di quantificare l'incentivo spettante ad ogni singolo dipendente.
«Si tratta di un momento importante per l'ente», ha sottolineato il direttore Vittorio Ducoli, «sia perché il contratto viene sottoscritto prima delle ferie estive, e quindi sarà possibile la sua concreta attuazione entro l'anno, sia per la carica innovativa della definizione di progetti gestionale. Ciascun dipendente del parco conoscerà quindi quali sono gli obiettivi che l'ente richiede, quali sono i compiti che gli vengono prioritariamente assegnati e sarà più agevole stabilire con criteri oggettivi l'apporto di ognuno».
01/08/2008 14.26