Università, i ricercatori di Agraria sul piede di guerra

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

998

TERAMO. I ricercatori universitari della Facoltà di Agraria dell'Università di Teramo hanno manifestato martedì 29 e continueranno a farlo anche nella giornata di oggi, in occasione delle sedute di laurea, il loro disagio sul proprio futuro lavorativo e su quello dell'intera università italiana.
I provvedimenti in questi giorni in discussione in Parlamento rischiano infatti di compromettere principalmente proprio le possibilità di lavoro e di carriera della classe più debole del sistema universitario.
«I ricercatori, che rappresentano da soli più di 1/3 del personale docente dell'Università», hanno spiegato i diretti interessati, «svolgono di fatto le stesse attività dei professori (insegnamento e ricerca) ma questo ruolo non è riconosciuto né a livello normativo né retributivo».
Lo stipendio di entrata di un ricercatore (e mediamente si arriva al concorso di ricercatore dopo tre anni di dottorato e un numero imprecisato di anni di contratti precari, quindi ben oltre i trent'anni) è di circa 1.200 €; quello di un ricercatore "confermato" (dopo la valutazione positiva del lavoro svolto nei primi tre anni di attività) è di circa 1.600 €.
«Tra i provvedimenti proposti», spiegano i ricercatori della Facoltà di Agraria, «vi è sia il blocco del turn-over, quindi della possibilità di fatto per i ricercatori di fare carriera diventando professori, che degli scatti di anzianità, quindi della possibilità di progredire nello stipendio per anzianità di occupazione».
E le richieste sono semplici: «vogliamo avere la possibilità di lavorare in un contesto dove chi lavora seriamente e ottiene risultati venga premiato con la possibilità di crescere nella carriera e nella retribuzione, come avviene nel privato ed in ogni contesto lavorativo serio ed efficiente. Il rischio è invece che provvedimenti indiscriminati vadano a colpire proprio chi dovrebbe assicurare il futuro dell'Università». 30/07/2008 11.06