La prima pietra del Campus metalmeccanico della Val di Sangro

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2082

CHIETI. Firmato l’atto costitutivo della società consortile I.A.M. “Innovazione automotive e metalmeccanica”. Venerdì prossimo si riunirà il primo Consiglio di amministrazione.
Lunedì 28 luglio 2008, davanti al notaio Di Maio, è stata formalizzata la nascita del Campus dell'Innovazione Automotive, con la firma dell'atto costitutivo della Società Consortile, alla presenza di oltre 50 imprenditori.
«E' stato un grande giorno per il nostro territorio – ha commentato il presidente di Lorenzo – e ringrazio tutti coloro che hanno aderito a questa iniziativa per la fiducia accordata al progetto».
Il Campus sorgerà nella Val di Sangro, che ospita la maggior concentrazione di imprese del settore metalmeccanico e offre lavoro a circa 30 mila persone esprimendo un fatturato che sfiora i 10 miliardi di €. Il progetto prevede la creazione e la suddivisione in diverse aree, teoriche e pratiche: laboratori per sviluppare l'innovazione di prodotto, basata sull'impiego di nuovi e nuove tecnologie di formatura/assemblaggio; centro di formazione, area test per un'esposizione permanente (show room) dei prodotti e dei progetti relativi al settore automotive, ivi compresa l'area test da utilizzare al servizio sia dei laboratori, sia della Motorizzazione civile.
Ad oggi oltre 130 aziende hanno sottoscritto la partecipazione alla nuova Società Consortile, altre interverranno a breve attraverso una cessione di quote da parte della Confindustria di Chieti. Venerdì 1 agosto si terrà il primo CdA con la partecipazione di rappresentati delle Grandi aziende coinvolte e di rappresentanti delle Piccole e Medie imprese, e sarà al più presto deliberata l'adesione ai progetti di Industria 2015.
«Il Campus non è solo Sevel e Honda, Pilkington e Denso o altre grandi realtà internazionali - ci ha tenuto a precisare il presidente Di Lorenzo che da oggi assume anche l'incarico di presidente del Consiglio d'Amministrazione - anzi il Campus è soprattutto Piccole e Medie Imprese, aziende che costituiscono l'indotto qualificato e di qualità che quotidianamente permette l'attività e la produttività delle grandi aziende».

30/07/2008 11.01