Sicurezza: il sindacato di polizia vuole un tavolo tecnico con il Comune

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

575

L'AQUILA. Il Coisp, Coordinamento per l'Indipendenza Sindacale delle Forze di Polizia propone al sindaco Cialente un tavolo sulla sicurezza tra il Comune e i sindacati.
Nonostante il continuo ed assiduo controllo del territorio 24 ore su 24, le forze di polizia sottolineano come non si possa essere in ogni luogo ed in ogni ora.
«Alla continua richiesta di maggiore vigilanza nel centro storico», spiega il segretario provinciale Coisp Santo Li Calzi «si contrappone una minore vigilanza nella periferia o il contrario. Le forze in campo sono queste, anzi i continui tagli alla sicurezza porteranno nel futuro ad una diminuzione delle volanti e nonostante gli sforzi del Questore non si potranno mettere in campo altri uomini se non a discapito di altri servizi».
Su questo fronte, sostiene il sindacato, un ottimo aiuto potrebbe arrivare dalle telecamere, considerate un buon deterrente contro la cosiddetta criminalità diffusa.
Il Coisp ha per questo deciso di proporre al sindaco dell'Aquila, la costituzione presso il Comune di un "Tavolo sulla Sicurezza" al fine di promuovere tutte quelle iniziative che possano consentire una migliore percezione di sicurezza e di legalità.
«Onde evitare spiacevoli equivoci il sindacato», chiarisce Li Scalzi, «dico che noi non ci vogliamo assolutamente sostituire agli organi preposti alla tutela dell'Ordine e Sicurezza Pubblica, ma chiediamo semplicemente a Cialente di essere coinvolti in un tavolo permanente al fine di analizzare le varie problematiche ed eventualmente fare proposte, anche perché il sindacato è una voce fuori dal coro, non condizionata da filtri istituzionali o politici, non irrigidita dagli stretti ambiti della gerarchia e della burocrazia».


30/07/2008 10.18