Circolo Aternino e Ponte Nuovo, presentati ufficialmente i due progetti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5740

Circolo Aternino e Ponte Nuovo, presentati ufficialmente i due progetti
PESCARA. Ieri il sindaco Luciano D’Alfonso ha incontrato i residenti del centro storico per la presentazione di due importanti opere che riguarderanno quella zona della città: il circolo Aternino e il Ponte Nuovo (nel rendering).
La prima è la riqualificazione del circolo Aternino, struttura della storia e della memoria della città acquisita dall'amministrazione comunale e in via di riqualificazione.
I locali sono stati interamente abbattuti e ricostruito secondo un progetto condiviso con la cittadinanza che potrà riappropriarsene entro la fine dell'anno e farne sede di attività ricreative e culturali.
Al sopralluogo hanno partecipato il progettista, l'architetto Gianluca Marcantonio e l'avvocato Bruno Sulli, dell'associazione Circolo Aternino.
A seguire il sindaco si è intrattenuto in piazza Garibaldi con i cittadini, i tecnici e i progettisti del Ponte Nuovo.
Si tratta di una moderna infrastruttura, che viene realizzata a costo zero per il Comune grazie al finanziamento dell'Anas e della Regione Abruzzo per un importo complessivo di 9 milioni di euro: sorgerà in prossimità del ponte della ferrovia (area Liberatoscioli) e condurrà direttamente alla Stazione Centrale, collegando le Aree di Risulta e il centro nevralgico della città, con l'asse attrezzato, la prima arteria di viabilità veloce. L'obiettivo primario
Si tratta di un ponte “strallato”, che avrà una particolarità in quanto sarà fonte di energia elettrica grazie a dei pannelli fotovoltaici posti lungo il pilone che lo renderanno autosufficiente dal punto di vista dell'illuminazione.
«Obiettivo primario del Ponte – ha illustrato l'ingegner Lorenzo Attolico della Proger di Padova - è quello di alleggerire il traffico veicolare in transito sul Ponte d'Annunzio, nonché di connettersi all'Asse Attrezzato, obiettivo che consentirà anche di creare una nuova modalità di accesso al centro urbano e in particolare al parcheggio dell'area di risulta della Stazione Centrale, nonché ai realizzandi parcheggi nel quartiere di Porta Nuova. Altro obiettivo è quello di connettere direttamente, con un opera avente anche una forte connotazione simbolica e architettonica, le tre grandi centralità urbane in via di realizzazione: il parco urbano dell'Area di risulta, il nuovo polo direzionale-amministrativo e il parco fluviale».
«Il Ponte Nuovo – ha sottolineato il sindaco Luciano D'Alfonso - sarà un'opera condivisa con la città e chiederemo ai bambini di trovargli un nome, com'è successo per il Ponte del mare e come continuerà ad accadere nella nostra comunità quando i passi da fare sono così determinanti per la crescita della città intera».

DELIBERA PARCHEGGI DI SCAMBIO PESCARA SUD

La Giunta comunale di ieri ha approvato una delibera relativa alla realizzazione della viabilità di connessione al Parcheggi di Scambio Pescara Sud.
L'intervento, per un ammontare di 1 milione di euro interamente finanziato con fondi POR Fesr, consentirà non realizzare una viabilità alternativa in uscita ed entrata della città su via Pantini, ma riunirà definitivamente i due comparti sella Pineta D'Avalos.
La strada avrà due corsie, più piste ciclabili e consentirà di bypassare il tratto di via della Bonifica adiacente al parco D'Avalos. In questo modo si realizzerà una nuova strada periferica alla Pineta che diventerà l'asse stradale a supporto dei parcheggi di scambio, consentendo, come si diceva, l'accorpamento definitivo dei comparti rimasti tagliati in due da via della Bonifica. Strada che sfocerà in una grande rotatoria antistante la Pineta, di raccordo sia ai parcheggi di scambio che alle altre arterie di scorrimento della zona.
23/07/2008 11.05