Lanciano, una nuova sala operatoria per la chirurgia oftalmica

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1272

LANCIANO. Una sala dedicata alla chirurgia oftalmica e agli interventi in day surgery. E’ la novità dell’estate che apre una nuova stagione per l’ospedale di Lanciano, dove è stata allestita una quinta sala operatoria con una realizzazione stralciata dal maxi appalto per la costruzione del nuovo blocco, i cui lavori sono tuttora in corso.

L'opera è stata finanziata con fondi provenienti da risparmi di gestione, che sono stati utilizzati per l'adeguamento di locali inizialmente destinati ad attività pneumologiche, e in seguito trasformati al fine di assecondare la vocazione altamente chirurgica sviluppata nell'ultimo anno dal “Renzetti”, divenuto punto di riferimento regionale e non solo per numerose specialità d'elezione e per la grande traumatologia, affrontata dall'équipe multi disciplinare costituita dal chirurgo generale, l'ortopedico, il chirurgo maxillo-facciale, ai quali si aggiungerà fra qualche settimana il neurochirurgo.
Una caratterizzazione precisa, dunque, che necessita di maggiori spazi, anche al fine di alleggerire i tempi delle liste d'attesa che ormai accompagnano numerose discipline, e determinati dalla capacità d'attrazione esercitata in tutta la regione dai professionisti e dal genere di interventi eseguiti.
La sala è stata destinata alla chirurgia oftalmica e alle attività di day surgery, una scelta che permette di raggiungere un doppio obiettivo: da un lato “liberare” le altre quattro e renderle disponibili per gli interventi di tipo tradizionale, dall'altro ampliare il numero di sedute destinate alle patologie trattabili con la degenza di una sola giornata.
La struttura darà maggiore impulso all'attività chirurgica dell'Oculistica, dove in cinque anni gli interventi sono aumentati del 324%, passando dai 302 del 2002 ai 979 del 2007, mentre l'incremento delle prestazioni ambulatoriali è stato addirittura del 390%, al punto che il 2007 si è chiuso con totale di 11.700.
Un volume di attività che giustifica in pieno la scelta di dedicare una sala operatoria alle patologie dell'occhio, anche se “in condominio” con altre unità operative limitatamente alla day surgery, che pure ha fatto registrare una crescita consistente: nel 2007 sono stati 4.501 i ricoveri di tipo chirurgico a ciclo diurno, ben 731 in più dell'anno precedente, un dato che vede nella parte del leone l'Ortopedia, l'Otorino, la Chirurgia, l'Urologia, mentre la Ginecologia ha prodotto un boom nei ricoveri chirurgici ordinari.
«All'inizio del mandato avevo promesso il mio impegno per restituire smalto e capacità d'attrazione all'ospedale di Lanciano – sottolinea il manager Michele Caporossi – e i primi risultati dimostrano che la strada intrapresa è quella giusta. L'attivazione di una quinta sala operatoria destinata alla day surgery scaturisce proprio dalla necessità di attrezzare una risposta adeguata a una richiesta dei pazienti divenuta sempre più numerosa, a testimonianza del nuovo ruolo riconquistato dal Renzetti nell'ambito dell'offerta sanitaria regionale».
16/07/2008 12.31