Rapinarono un anziano. Presi in due

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1552

PESCARA. La rapina è avvenuta lo scorso 3 luglio ai danni di un anziano di 74 anni di Torre de Passeri. In due erano riusciti a portargli via 800 euro.
Dalla ricostruzione dei fatti della sezione antirapina della questura diretta dal comandante Mauro Sablone è emerso che l'anziano sarebbe andato a Pescara, il pomeriggio del 3 luglio, per incontrare una ragazza.
Pare che la giovane avesse anche una somiglianza con una sua nipote che aveva perso tempo fa.
I due si sono appartati in macchina lontano da sguardi indiscreti. Sembra che l'uomo dovesse consegnare alla ragazza dieci euro. Ma su questo ci sono alcuni dubbi ed è possibile anche che i due dovessero consumare un rapporto sessuale.
Mentre i due erano appartati in macchina da soli la giovane, con una scusa, si è allontanata per qualche minuto per poi fare ritorno, non più da sola, ma con un complice.
In quegli attimi è scattata la rapina. I due hanno malmenato l'anziano, lo hanno trascinato per terra fuori dalla macchina, gli hanno sfilato i pantaloni dove dentro c'erano 800 euro, l'intera pensione.
I due sono stati identificati e arrestati e si tratta di Claudia Ottaviani, 24 anni e Costantino Di Rocco di 32 anni. Entrambi hanno precedenti per spaccio di droga e rapina.
I due sono stati visti e riconosciuti anche da alcuni passanti mentre fuggivano via.
Il pm che ha coordinato le indagini è Filippo Guerra il gip che ha firmato le ordinanze di custodia cautelare Guido Campli.
L'uomo è stato associato al carcere di Pescara lei a Chieti.
12/07/2008 11.54

STALKING, DOPO LA RIMESSA IN LIBERTA' IL MANIACO RICOMINCIA

CEPAGATTI. Ritorna agli arresti domiciliari Giampiero Arcieri, 44 anni, arrestato il 23 gennaio scorso per stalking, violenza privata, maltrattamenti e minacce.
L'uomo non riusciva a rassegnarsi di aver perso la sua fidanzata e continuava ad assillarla con sms, palpeggiamenti, la seguiva sul posto di lavoro. L'o scopo era uno: cercare di riconquistarla.
Ma non solo non ci è riuscito, ma l'uomo è tornato nuovamente ai domiciliari.
A gennaio per lui il gip aveva disposto l'arresto, misura cautelare poi convertita con l'obbligo di non avvicinarsi a Pescara e Francavilla, zona di residenza e lavoro della donna.
Ma dopo poche settimane l'incubo è ricominciato: Arcieri ha ripreso ad ossessionare la sua ex fidanzata.
A maggio e giugno la vittima è tornato in questura a denunciare l'uomo.
Questa volta il gip, Guido Campli, ha disposto nuovamente gli arresti domiciliari per gli stessi reati
La denuncia della ragazza è stata avvalorata anche da numerosi appostamenti della squadra mobile.
12/07/2008 12.17