Tenta di rapinare una prostituta. Senegalese in manette

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1650

MONTESILVAO. I Carabinieri della compagnia di Montesilvano sono intervenuti la scorsa notte, poco dopo le 3 sul lungomare, zona pineta, dove hanno sorpreso un uomo che stava rapinando una prostituta di nazionalità ganese. Controlli a tappeto anche sul lungomare di Pescara.
L'uomo è stato bloccato e arrestato per rapina. Quando i militari sono arrivati sul posto hanno notato la colluttazione tra un uomo e una donna di colore.
Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che l'uomo, Sidi Mboup, 19enne di nazionalità senegalese, dopo aver staccato un ramo dalla pineta, aveva colpito alle spalle una prostituta ganese 20enne e aveva tentato di sottrarle la borsa. Il tentativo era riuscito in pieno ma la donna ha reagito e da lì è nata la colluttazione.
Dopo l'arresto è stato portato nel carcere di Pescara a disposizione del pm di turno.

SULLA RIVIERA DI PESCARA CONTROLLI A TAPPETO

Notte di controlli a tappeto, ieri, anche lungo la riviera pescarese.
Sono state 16 le donne identificate, tutte prostitute. 13 sono cittadine romene e 4 bulgare più una cittadina macedone, sul lungomare Matteotti e sul lungomare Cristoforo Colombo.
Due delle ragazze fermate sono state tratte in arresto poiché colpite da provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Torino e dal Tribunale di Como. Si tratta di Diana Totevic Metodievic, 28 anni macedone, e la romena Alexandra Rentea17 anni. La prima è stata portata nel carcere di Teramo, la seconda presso l' istituto penitenziario minorile "Casal del Marmo" di Roma a disposizione dell'autorità giudiziaria.
11/07/2008 13.56

SANT'OMERO, 3 ARRESTI PER DROGA
I Carabinieri di Alba Adriatica mercoledì sera, hanno eseguito 3 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip.
Il provvedimento restrittivo ha riguardato i fratelli Abelghani Hdya 27enne e Khalid 29enne accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.
Il medesimo provvedimento e' stato notificato alla madre Malika El Kheiri 50enne, accusata di detenzione fini spaccio di stupefacenti ed al padre Mohamed Hdya 52enne, anch'egli accusato di traffico internazionale di stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.
Di fatto a questo ultimo non è stato possibile notificarlo poichè arrestato a dicembre dello scorso anno dalle autorita' del paese d'origine mentre si imbarcava al porto di Tangeri, diretto a Genova, con 21 km di “hashish” e tutt'ora ristretto presso quelle carceri.
11/07/2008 14.15

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA, 2 ARRESTI

SILVI. Giornata movimentata quella di ieri. Dalle prime ore dell'alba in Silvi Marina erano già a lavoro gli oltre venti uomini della Compagnia di Giulianova che in collaborazione con la polizia municipale hanno letteralmente setacciato la costa per contrastare il fenomeno dell'immigrazione clandestina. Sono stati controllati più di 37 cittadini extracomunitari, tutti in regola con il permesso di soggiorno ed 1 originario del Bangladesh non in regola con il permesso di soggiorno, tratto in arresto per violazione della Legge Bossi/Fini. Un suo connazionale, nel tentativo di sottrarsi al controllo è stato arrestato. Al termine del servizio sono state complessivamente elevate 3 contravvenzioni per violazione delle Leggi sul commercio per un ammontare di € 15.000,00 e sequestrato materiale per un valore di circa 5.000,00 Euro.
11/07/2008 15.04