Approvato regolamento commercio al dettaglio su aree pubbliche

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1333

L’AQUILA. Il Consiglio comunale dell’Aquila ha approvato all’unanimità il regolamento per l’esercizio del commercio al dettaglio su aree pubbliche.
«L'approvazione di questo regolamento rappresenta un traguardo importante per questa Amministrazione – ha dichiarato l'assessore al Commercio Luigia Tarquini - basti pensare che le ultime disposizioni comunali in materia risalgono a molti anni fa e, nonostante vari tentativi effettuati successivamente, non si è mai riusciti a raggiungere risultati concreti, a causa di difficoltà dovute alle numerose resistenze in ordine alla regolamentazione di alcuni mercati. Quest'assessorato, invece, attraverso un complesso percorso di concertazione con le Associazioni di categoria, quelle dei consumatori e le Circoscrizioni interessate, è giunto alla definizione di uno strumento organico, condiviso ed apprezzato, che consente di operare secondo principi di trasparenza, efficienza ed efficacia, dando certezze agli operatori, agli utenti e alle istituzioni».
E' stata effettuata una ricognizione di tutte le fiere ed i mercati, anche stagionali presenti nel territorio comunale, ai quali è stata fornita una regolamentazione e riorganizzazione.
«Vale la pena di evidenziare lo sforzo effettuato per il Mercato settimanale nella frazione di Paganica», ha detto Tarquini, «mai regolamentato e fonte di numerose problematiche riguardanti, in particolare, la sicurezza e la viabilità, nonché l'attenzione posta nella disciplina del mercato giornaliero in piazza Duomo, con una demarcazione più netta tra il settore alimentare e quello non alimentare».
Molte le novità contenute nel Regolamento, a cominciare dall'istituzione di mercati sperimentali. L'istituzione, in via sperimentale, di nuovi mercati, per un massimo di 6 mesi, verrà infatti effettuata con un atto della giunta, sentita la commissione consiliare competente e previa la concertazione con le associazioni di categoria; qualora ci sia interesse a mantenere in vita tali mercati verrà, nel corso dei sei mesi, dato inizio all'iter di istituzione definitiva da parte del Consiglio Comunale. Rientra nella competenza della giunta comunale anche la definizione degli “eventi straordinari”concernenti il commercio su area pubblica, che nel centro storico non possono essere superiori al numero di 3 (2 in primavera/estate e 1 a dicembre).
Il nuovo regolamento interdice al commercio itinerante le arterie principali della città, per motivi attinenti a traffico, viabilità e alla presenza di mercati nelle vicinanze.
L'Amministrazione deve inoltre predisporre, sulla base delle esigenze generali della città, dell'equilibrio tra commercio in sede fissa (negozi) e commercio su area pubblica nonché dei flussi turistici e del prevedibile servizio da fornire ai consumatori, un piano quinquennale di dimensionamento e localizzazione dei posteggi isolati, entro 180 giorni dall'approvazione del regolamento stesso.

05/07/2008 8.33